foto notizie

Isis chiama alle armi, ironia musulmani: “Dopo Star Wars”

ROMA – Abu Bakr al Baghdadi, il cosiddetto “califfo” del sedicente “Stato Islamico”, chiama i suoi jihadisti alle armi contro i raid russi, le nazioni occidentali e Israele. E i musulmani “normali”, sui social network, rispondono al suo appello con l’ironia: “Domenica vado a vedere Star Wars, magari un altro giorno”, twitta qualcuno. “Sto guardando Netflix, magari dopo”, gli fa eco qualcun altro.

Non manca chi rivendica la propria fede musulmana ma scrive:

“Scusa Is, questo musulmano si è appena svegliato e ha bisogno di un caffè e di un weekend di Natale a fianco alla sua famiglia”.

Tutti messaggi e tweet rivolti all’account twitter che ha diffuso le parole di al Baghdadi, da cui, evidentemente, molti musulmani non si sentono rappresentati.

L’APPELLO DELL’IRAN AI MUSULMANI – Nelle stesse ore in cui i musulmani “moderati” rispondevano ironicamente all’appello di al Baghdadi il presidente iraniano, Hassan Rohani ha chiesto ai musulmani di migliorare l’immagine dell’Islam, che è stata offuscata dalla violenza di gruppi intransigenti come l’Isis.

“Il nostro dovere più grande oggi è correggere l’immagine dell’Islam nell’opinione pubblica mondiale”, ha detto domenica Rohani durante una conferenza sulla unità islamica a Teheran trasmessa dalla tv di Stato. Il presidente iraniano ha sottolineato come i principi islamici si oppongano alla violenza e all’estremismo di gruppi come l’Isis, derivanti da “ristrettezza mentale e mancanza di moderazione”. Rohani ha criticato poi i Paesi musulmani per “essere in silenzio di fronte a tutte le uccisioni e lo spargimento di sangue” in Siria, Iraq e Yemen.

 

To Top