Blitz quotidiano
powered by aruba

Jupiter, lo smartphone che si crede sigaretta elettronica

LAS VEGAS – Uno smartphone che si crede anche sigaretta elettronica. O viceversa, per i più scettici. E’ una delle novità presentate la scorsa settimana al Consumer Electronics Show (Ces) di Las Vegas. Si chiama Jupiter e l’aspetto è del tutto simile a quello di un telefono di ultima generazione, anche se bruttino, solo che al posto dell’antenna c’è un bocchino col quale poter svapare.

Tra droni, case connesse, auto che si guidano da sole e visori per la realtà aumentata Jupiter è rimasto piuttosto nell’ombra, anche perché il progetto è ancora allo stato embrionale. Basti pensare che il device non ha ancora ottenuto il via libera dalla Fcc, l’autorità americana che regola il mercato delle comunicazioni.

Quello che si sa è che Jupiter è uno smartphone Android 3G (lo stesso sistema operativo dei Samsung per intenderci) e compatibile con reti LTE. E’ dotato di due batterie, una che alimenta il telefono, l’altra per il vaporizzatore e di uno schermo da 5.3 pollici.

A inventarlo è stata l’americana Vaporcade ma il nuovo dispositivo ibrido è ancora in fase sperimentale: la società intende prima sondare nuove inedite fasce di mercato. Se supererà gli scetticismi iniziali potrebbe essere commercializzato al presso di circa 274 euro. Il dispositivo è dotato di proprie cartucce aromatizzate alla menta, pesca e caffè. Voi lo comprereste?

Immagine 1 di 2
  • Jupiter, lo smartphone che si crede sigaretta elettronica02
Immagine 1 di 2