Blitz quotidiano
powered by aruba

Palla, cagnolina deturpata da un laccio al collo FOTO

La cagnolina aveva un laccio di nylon attorno al collo: adesso la sua testa è gonfia e il corpicino magro e denutrito

ORISTANO – Palla, cagnolina deturpata dal suo padrone. E’ stata trovata dai veterinari della clinica ‘Duemari’ di Oristano e salvata per un soffio. Aveva un laccio di nylon stretto intorno al collo che l’ha ridotta in uno stato tale che non si riconosce nemmeno più a che razza appartenga, o di quali razze sia un incrocio.

Il muso è gonfio e ammaccato, probabilmente anche a causa di botte subite, il corpicino magro, estremamente denutrito.

Palla, come è stata chiamata questa cagnetta molto dolce, è stata trovata mentre rubava il mangime delle galline. Come, lo hanno raccontato gli stessi veterinari sardi che le hanno salvato la vita al sito Velvetpets: 

“Aveva un laccio di nylon stretto al collo che le aveva segato quasi la testa che si è enormemente gonfiata. Recuperata perché rubava il mangime delle galline. Abbiamo levato il laccio, praticamente decapitata. Naturalmente non sappiamo come sia successo, magari le è stato messo un laccio da piccola e poi nella crescita si è stretto oppure si è stretto dopo non accidentalmente. Vista la gravità della ferita stimiamo che sia vecchia di mesi. La cagna è stata recuperata da un apposito servizio randagismo della nostra Asl 5 nella persona del signor Nicola Pianu che coinvolge anche e soprattutto le amministrazioni comunali. Quindi il sindaco di Terralba non ha alcuna colpa. Certo che non posso pensare che nessuno l’avesse vista prima di ieri”.

Adesso gli stessi veterinari della clinica Duemari la stanno nutrendo e curando. Nel frattempo su Facebook è scattata una gara di solidarietà per sostenere economicamente le cure della cagnolina. Mentre si cerca chi l’ha ridotta in questo stato.

Immagine 1 di 4
  • Palla, cagnolina deturpata da un laccio al collo FOTO 4
Immagine 1 di 4

Per guardare il video clicca qui.

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'