Blitz quotidiano
powered by aruba

Poliziotta scatta questo selfie…e viene sospesa FOTO

CITTA’ DEL MESSICO – Una poliziotta è stata sospesa per essersi scattata un selfie decisamente provocante in cui sbottona la divisa fino alla vita. Nidia Garcia lavorava per la polizia di Escobledo, in Messico, fino a quando non ha condiviso su Facebook il selfie incriminato. I suoi superiori non hanno apprezzato la foto scattata nella volante durante l’orario di lavoro e così Nidia è stata sospesa dal servizio fino a quando la Commissione di Onore e Giustizia non deciderà se reintegrarla o licenziarla, spiega il sito PeriodicoAbc.

Il sito Leggo scrive che la poliziotta ha riconosciuto il suo errore e chiesto scusa ai suoi superiori, sperando nella clemenza, ma intanto rimane sospesa dal suo incarico per le foto condivise:

“L’uniforme sbottonata fino alla vita, che metteva in bella mostra il seno, e l’arma di servizio appoggiata su una gamba, mentre dall’interno della volante lanciava sguardi languidi e baci all’obiettivo. Così appariva Nidia Garcia, una poliziotta di Escobledo (Messico), in uno scatto condiviso sui social network che ha causato la sua sospensione dal servizio.

Sarà la Commissione di Onore e Giustizia del Dipartimento di Pubblica Sicurezza della città messicana a decidere il futuro di Nidia, che fino a quel momento resterà sospesa dal proprio incarico. Lo annuncia PeriodicoABC.mx. La ragazza, nel frattempo, ha riconosciuto l’errore e chiede clemenza. In una pagina Facebook spiega le proprie ragioni e attende di difendersi legalmente, mentre di tanto in tanto pubblica foto meno piccanti del selfie che rischia di rovinarle la vita”.

Immagine 1 di 5
  • Poliziotta scatta questo selfie...e viene licenziata FOTO
Immagine 1 di 5

PER SAPERNE DI PIU'