foto notizie

Repubblica 1° Corriere 2°: il duello in edicola da aprile 2012 a novembre 2013

ROMA – La Repubblica e Il Corriere della Sera: chi vende di più? Quanto di più? Il duello in edicola fra i primi due giornali italiani. I dati Ads (Accertamento diffusione stampa) a partire da aprile 2012 ci mostrano mese per mese il testa a testa fra il quotidiano diretto da Ezio Mauro e quello diretto da Ferruccio de Bortoli.

La cifra che prendiamo in considerazione è quella delle vendite in edicola: quante persone hanno chiesto all’edicolante “mi dia Repubblica” o “mi dia il Corriere”. È il miglior termometro dello stato di salute di un giornale e il perché lo spieghiamo qui.

Innanzitutto la tendenza: da aprile 2012 a febbraio 2014, in quasi due anni, La Repubblica ha perso 65 mila copie, il Corriere della Sera 79 mila. Un crollo di un sesto delle copie per Repubblica e di oltre il 21% per il Corriere.

La gara: ad aprile 2012 è partito in testa il Corriere, con un vantaggio di 4 mila copie. Il sorpasso di Repubblica è avvenuto a luglio 2012 (363 mila copie contro 358 mila). Da allora Repubblica è rimasta prima e il divario fra i due giornali si è attestato sulle 10 mila copie, con picchi di 25 mila (dicembre 2012, 329 mila Repubblica e 304 mila Corriere) e minimi di 7.500 (giugno 2013).

Un passaggio interessante, le cui conseguenze sono ancora da verificare appieno, è l’aumento del prezzo praticato sia da Repubblica che dal Corriere ad agosto 2013: da 1,20 euro a 1,30 euro. Il grafico, da agosto in poi, evidenzia un crollo delle copie vendute, ma è presto per capire se è un crollo stagionale o tendenziale. Certo è che, fra agosto 2013 e agosto 2012 la differenza in negativo è di 50 mila copie circa. Il Corriere della Sera ha poi aumentato ulteriormente il prezzo a 1,40 euro da gennaio 2014.

Quindi: confermato il crollo di copie dei due primi quotidiani italiani, crollo che non ha portato lettori agli altri grandi giornali nazionali (sono in calo anche La Stampa e il Sole 24 Ore), ma che fa parte di un calo netto delle copie vendute in edicola che riguarda tutta la stampa, compresi giornali sportivi e locali (vedi i dati di novembre 2013).

Smentite invece le tesi che imputano a una linea troppo filo-Renzi un calo più marcato di Repubblica: il giornale diretto da Ezio Mauro perde copie, ma il Corriere ne perde anche di più e rimane sempre secondo, in edicola.

Mese Anno Repubblica  Corriere 
Aprile 2012   335.212  339.729
Maggio 2012  334.507  335.807
Giugno 2012  342.912  345.915
Luglio 2012  363.767  358.419
Agosto 2012  375.125  367.184
Settembre 2012  343.709  334.893
Ottobre 2012  333.244  312.631
Novembre 2012   338.928  304.985
Dicembre 2012  329.176  304.764
Gennaio 2013  313,986 302.701
Febbraio 2013 327.905  313.892
Marzo 2013  327.419  314.598
Aprile 2013  313.266  296.844
Maggio 2013  303.561  287.379
Giugno 2013  312.003  295.842
Luglio 2013  313.132  303.970
Agosto 2013  326.517  318.981
Settembre 2013  297.092  287.474
Ottobre 2013   282.051  270.581
Novembre 2013   280.116  267.178
Dicembre 2013 280.482 265.100
Gennaio 2014 269.408 256.774
Febbraio 2014 270.051 260.536
Ottobre 2014 260.003 242.421

Repubblica 1° Corriere 2°: il duello in edicola da aprile 2012 a novembre 2013

Il confronto fra Repubblica e Corriere: clicca sull’immagine per ingrandire

To Top