Blitz quotidiano
powered by aruba

Rio 2016, Ellen DeGeneres accusata di razzismo per fotomontaggio con Bolt

ROMA – Ellen DeGeneres accusa di razzismo. La strapagata conduttrice, comica e doppiatrice americana dopo il successo di Usain Bolt posta su Twitter una foto in cui appare sulle spalle del velocista giamaicano (di colore). Al popolo del web la foto non è piaciuta affatto e lei, sposata con la modella Portia de Rossi e portabandiera delle cause della comunità LGBT americana e non solo, è stata accusata di razzismo.

“È così che sbrigherò le mie commissioni da ora in poi” scrive la DeGeneres nell’accompagnare il fotomontaggio creato dallo staff dell’attrice e in cui si vede Ellen aggrappata a cavalcioni sul campione olimpico, reduce dalla vittoria nei 100 metri. 

Il tweet ha ottenuto in poco tempo ben 83 mila “mi piace” era solo una battuta che voleva fare riferimento all’incredibile risultato ottenuto da Bolt nel corso della gara principe dei Giochi Olimpici di Rio. Molti utenti del web hanno però storto il naso e ci hanno letto un potenziale messaggio razzista.

Così correre sulla schiena di Bolt come se fosse un mulo, un cavallo o un qualcosa di tua proprietà ti fa ridere. Ok…” è il commento di un’utente di Twitter, accompagnato da una utente che afferma di non capacitarsi che la brutta battuta di Ellen sia sta difesa da molte persone di colore.

“Sono del tutto cosciente che nel nostro Paese ci sia la piaga del razzismo” è stata la difesa della DeGeneres, arrivata qualche ora dopo la gaffe. “Il razzismo è quanto più distante dalla persona che sono” ha aggiunto la conduttrice del seguitissimo talk show “The Ellen DeGeneres Show”.

Immagine 1 di 2
  • Rio 2016, Ellen DeGeneres accusata di razzismo per fotomontaggio con Bolt2
Immagine 1 di 2