Blitz quotidiano
powered by aruba

Rio 2016. Teresa Almeida, atleta da 98 kg FOTO: “Io portabandiera grassi”

 

RIO DE JANEIRO – Dopo l’alteta di ginnastica artistisca Simon Biles che si fa fotografare accanto ad atleti ben più alti di lei per rivendicare il fatto che gli atleti olimpionici non hanno tutti lo stesso fisico, ecco un’altra atleta che fa forza della sua “diversità”. Si tratta di Teresa Almeida,  portiere della Angola di pallamano che all’esordio olimpico ha battuto la temibile Romania.

La ragazza è simpatica con i suoi 98 chili per 1,70 cntimetri di altezza è diventata la “portavoce degli atleti sovrappeso e dei “cicciotelli” in genere di tutto il mondo. A Rio2016 tutti sono impazziti per lei.

“Ba”, questo il suo soprannome, ha una stazza che le permette di difendere perfettamente la porta della sua nazionale. Sul campo, durante la partita è stata una delle migliori in campo. “Voglio essere portabandiera dei grassi. Ma mi metterò a dieta: a dicembre mi sposo e voglio indossare il vestito di nozze” risponde a chi le chiede spiegazioni sulla stazza fisica.

Sul campo, la vittoria è andata all’Angola per 23-19. Ma sono state probabilmente le candide dichiarazioni di Teresa, più che le sue parate, a farla salire in cima alla hit parade della simpatia olimpica.

Immagine 1 di 5
  • Rio 2016. Teresa Almeida, atleta da 98 kg
Immagine 1 di 5