Blitz quotidiano
powered by aruba

Rivoluzione catasto, incubo tasse: tra 5 anni rendite rivalutate fino al 180%

ROMA – Rivoluzione catasto, incubo tasse: tra 5 anni rendite rivalutate fino al 180%. Il decreto che delega il governo a riformare il catasto è stato firmato: 5 anni per effettuare la revisione catastale di oltre 60 milioni di immobili (e negozi, capannoni ecc…). L’obiettivo è chiaro: aggiornare i vecchi valori patrimoniali e catastali agli attuali valori di mercato, anche per sanare la sperequazione tra chi paga troppo e chi troppo poco in ragione di estimi anacronistici. L’effetto principale tuttavia sarà una generale rivalutazione della rendita catastale, e quindi della base imponibile per la tassazione immobiliare, dall’Imu all’Irpef fino alla Tasi.

Secondo uno studio degli economisti della voce.it, i nuovi criteri per la determinazione delle rendite (non più i vani ma i metri quadrati, è il più importante) porteranno a un aumento generalizzato della tassazione: il rapporto tra vecchie e nuove rendite catastali oscillerà entro un intervallo compreso tra 4 e 7 (vedi la tabella sotto), per cui se a Torino l’attuale rendita media ( 5 vani 90 mq.) e 1,134 quella di domani sarà di 4,594 (rapporto 1 a 4), a Firenze l’attuale rendita di 0,744 domani diventerà di 5,413 (rapporto 1 a 7). Dove l’escursione della rendita sarà ancora più significativa (rapporto anche 1 a 9) è nei luoghi turistici, nelle zone di villeggiatura prestigiosa: l’incremento della tassazione peserà dunque soprattutto sulle seconde case. I calcoli che vengono fatti dall’Agefis, l’associazione dei geometri e fiscalisti, che raffrontano la media degli attuali valori catastali (cioè l’imponibile sul quale si calcolano le tasse da pagare) di categorie A2 e A3 (l’80 per cento del mercato) con le stime dei nuovi valori «agganciati » al mercato, lasciano presagire un rincaro generalizzato: si andrebbe da una media del 30 per cento ad Aosta, fino al 180 per cento a Bolzano e Salerno, passando per un aumento del 150 per cento a Napoli. (Roberto Petrini, La Repubblica).

 

 


14 commenti a “Rivoluzione catasto, incubo tasse: tra 5 anni rendite rivalutate fino al 180%”