foto notizie

Salvatore Girone è tornato in Italia: le lacrime del Marò

Salvatore Girone è tornato in Italia: le lacrime del Marò (foto Ansa)

Salvatore Girone è tornato in Italia: le lacrime del Marò (foto Ansa)

ROMA – Salvatore Girone è tornato in Italia. Il Falcon 900 dell’Aeronautica militare con a bordo il fuciliere di Marina è atterrato all’aeroporto di Ciampino poco prima delle 18 di sabato 28 maggio. Ad accoglierlo c’erano la moglie Vania Ardito, i due figli e il padre di Salvatore Girone. Dopo aver salutato i familiari all’interno dell’aereo il marò è sceso dal velivolo e ha stretto la mano al ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. Poi ha abbracciato per qualche secondo la ministra della Difesa Roberta Pinotti.

Poi Salvatore Girone si rivolge alle telecamere, stringe le mani e le alza un poco come a dire: “Ce l’ho fatta”, ma né lui né le autorità presenti hanno voglia di fare dichiarazioni. Il militare parla solo in serata, al rientro nella sua casa a Bari. Ad abbracciarlo c’era il nonno che si chiama come lui: Salvatore Girone. L’anziano ha avuto un malore per l’emozione e la ressa dei fotografi e della folla. “L’Italia è bella, amo l’Italia, ringrazio tutti, siamo un bel popolo”, ha detto il marò.

 

San raffaele
To Top