Blitz quotidiano
powered by aruba

Scie chimiche, “ecco le prove”: post virale su Facebook ma..

ROMA – Gregg Prescott, un autore ed editore a In5d.com ha ricevuto un messaggio privato su Facebook, riguardante l’argomento “scie chimiche” e lo ha subito condiviso sul social. In realtà, come scritto da un utente nei messaggi al post di Prescott, molte di queste foto spacciate per prove dell’esistenza delle scie chimiche sono state prese dal sito della Boeing e mostrano serbatoi di acqua usati per bilanciare il peso e emulare quello delle persone.

Questo è il messaggio:

“Ciao Gregg, seguo il vostro sito in5d tutti i giorni e sono contento che ci siano persone di buone intenzioni come te che sono a conoscenza di cose globali di cui io sono a conoscenza da quando ero una bambina. Mi sono imbattuta in alcune foto da una fonte attendibile della parte interna degli aerei che vengono utilizzati per le scie chimiche e ho pensato che se le avessi passate a voi, sarebbe stato un contributo per la diffusione di una maggiore consapevolezza sul tuo sito web. Fatemi sapere se questo è ok con voi. Grazie.”

Gregg ha visto le immagini (nella gallery qui sotto) e ha subito voluto sapere chi era la fonte e se poteva descrivere queste foto. Ma ha ricevuto risposta negativa:

“Purtroppo le mie fonti non vogliono essere conosciute e preferiscono rimanere anonime … Sono sicura che hanno le loro buone ragioni e devo rispettare i loro desideri….”.

Già nel 2011 Holdren, il consigliere scientifico di Obama, confermò l’utilizzo di sostanze chimiche come il sale di Bario, l’ossido di alluminio, il Torio, il Quarzo, il Potassio e il Magnesio per l’irrorazione dei cieli a favore della geoingegneria e la manipolazione del clima.

Immagine 1 di 31
  • Scie chimiche, "ecco le prove": post virale su Facebook ma.. 31
Immagine 1 di 31