Blitz quotidiano
powered by aruba

Selfie imbarazzante su Instagram, il capo la licenzia FOTO

NEW YORK – Samantha Chirichella aveva trovato un lavoro da quasi 50mila euro l’anno. La 26enne di Long Island (New York) era stata assunta come investigatrice privata in un studio legale dopo un colloquio a lei favorevole. Il lavoro è però saltato ancora prima di iniziare a lavorare: Samantha è stata discriminata a causa di un selfie lesbo pubblicato sul suo profilo Instagram. Samantha si era infatti fotografata a seno scoperto mentre si faceva baciare da un’altra donna. Il datore di lavoro aveva deciso di controllare la sua vita e la sua professionalità anche a causa del lavoro particolare che doveva svolgere. Ma il selfie lesbo è stato troppo da tollerare per il capo, nonostante fosse stato scattato tre anni prima. Nella foto si vede la donna distesa su un fianco e con un’altra donna a testa in giù. Si baciano i rispettivi capezzoli.

Samantha si è rivolta alla Corte Suprema di Manhattan sostenendo che quell’immagine è arte e non . La foto è stata anche esposta nella galleria d’arte della sua amica, ha spiegato la 26enne. Il capo avrebbe discriminato la giovane per il suo orientamento .

Immagine 1 di 2
  • Selfie imbarazzante su Instagram, il capo la licenzia FOTO222Il selfie imbarazzante
  • Selfie imbarazzante su Instagram, il capo la licenzia
Immagine 1 di 2