Blitz quotidiano
powered by aruba

Sindone di Arquata, persa la chiave della teca: come la portano ad Ascoli?

ASCOLI – La Sindone di Arquata del Tronto, custodita nella chiesa di San Francesco danneggiata dal terremoto, va trasferita per ovvie ragioni di sicurezza. Sindaco e vescovo hanno già individuato il rifugio adatto: nel Duomo di Sant’Emidio, ad Ascoli Piceno. Ma non si trovano più le chiavi della teca in cui è stipata. E dunque non c’è modo di spostarla.

Guido Castelli, primo cittadino di Ascoli, spiega: “Ho incontrato il sindaco di Arquata Aleandro Petrucci che mi ha manifestato la necessità di trasferire la Sindone dalla chiesa danneggiata dal sisma: ho subito dato disponibilità ad ospitarla nella civica pinacoteca, ma insieme al vescovo Giovanni D’Ercole abbiamo convenuto che la sua destinazione naturale è la Cattedrale di Sant’Emidio e così sarà”.

Un primo tentativo di recupero del sacro lenzuolo è stato fatto la mattina del 30 agosto, ma proprio in quel momento ci si è accorti che le chiavi sono andate smarrite. Se non saranno ritrovate i Vigili del Fuoco, con i carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale, saranno costretti ad organizzare un trasporto eccezionale per spostare la Sindone fuori con tutta la teca. Il guaio però è che non passa dalla porta.

Immagine 1 di 4
  • Sindone di Arquata, non si trova la chiave: come la portano ad Ascoli?04
Immagine 1 di 4