Blitz quotidiano
powered by aruba

Squalo gli trancia metà gamba: i medici gliela riattaccano FOTO

BALLINA – Matt Lee nel giugno del 2015 è stato sbranato da uno squalo mentre nuotava nelle acqua di Ballina nello stato australiano del Nuovo Galles del Sud. Il predatore gli ha tranciato parte della gamba e Lee, dopo essere stato soccorso, è stato portato in elicottero nell’Ospedale dell’università di Gold Coast. Qui, un team formato da una dozzina di medici ha riattaccato la gamba al 32enne.

Ad attaccarlo è stato uno squalo bianco lungo quattro metri. Il 32enne ha perso molto sangue ma se l’è cavata. I medici, durante l’operazione hanno trovato i denti dello squalo ancora conficcati nella carne. Il canale australiano Channel Seven, ha diffuso un immagine della gamba tranciata. L’immagine è sconsigliata ad un pubblico sensibile. La vicenda è stata raccontata dal canale nel documentario “Gold Coast Medical” che mostra un pronto soccorso della città di Gold Coast a lavoro.

“Sono sei anni che lavoro a Gold Coast e non avevo mai visto niente di simile” ha detto Butcher, il medico che tamponò l’emorragia dopo aver recuperato dal mare Lee. Nella città di Ballina, pur non avendo avuto altri casi del genere, hanno deciso di mettere in mare delle reti protettive che impediscano agli squali di attaccare.

Immagine 1 di 4
  • Squalo gli trancia metà gamba: i medici gliela riattaccano2Matt Lee
  • matt Lee e la fidanzata Suzy
  • Matt Lee atterra con l'elicottero in ospedale
  • Squalo gli trancia metà gamba: i medici gliela riattaccano
Immagine 1 di 4

 


PER SAPERNE DI PIU'