foto notizie

Stefano Cucchi, Ilaria pubblica foto carabiniere su Fb

ROMA – La sorella di Stefano Cucchi, Ilaria, ha pubblicato su Facebook il 3 gennaio le foto di uno dei carabinieri indagati per la morte del giovane. Nella foto si vede il militare in costume da bagno verde, mentre posa sorridente al mare e con il fisico in mostra. “Volevo farmi del male“, ha scritto Ilaria Cucchi, sottolineando di voler vedere la faccia di chi è accusato di aver pestato il fratello. Una post sul social network che ha destato polemiche e commenti contrastanti.

Il carabiniere però ha annunciato, attraverso il suo legale, che denuncerà Ilaria Cucchi “per le sue affermazioni e per le numerose gravissime minacce ed ingiurie che sono state rivolte a lui e ai suoi familiari a seguito e a causa della signora Cucchi”.

Riferisce Viola Giannoli su Repubblica:

2x1000 PD

“Tra i commenti arrivati sul social network ci sono insulti pesanti e c’è chi propone ronde anti-carabiniere. In molti si schierano con la Cucchi, divisi tra chi critica però la decisione di svelare l’identità del carabiniere e chi le manifesta totale sostegno anche in questa scelta”.

Tutto ha inizio quando Ilaria Cucchi posta sulla sua pagina Facebook la foto del militare con questo commento:

“Volevo farmi del male, volevo vedere le facce di coloro che si sono vantati di aver pestato mio fratello, coloro che si sono divertiti a farlo. Le facce di coloro che lo hanno ucciso. Ora questa foto è stata tolta dalla pagina. Si vergogna? Fa bene”.

Puntuali sono arrivati i commenti contro il militare indagato, con qualcuno che ha anche proposto una ronda anti-carabiniere. Ma a smorzare i toni è stata la stessa sorella di Stefano Cucchi che un paio d’ore dopo ha invitato tutti a moderare i termini:

“Non tollero la violenza, sotto qualunque forma. Ho pubblicato questa foto solo per far capire la fisicità e la mentalità di chi gli ha fatto del male ma se volete bene a Stefano vi prego di non usare gli stessi toni che sono stati usati per lui. Noi crediamo nella giustizia e non rispondiamo alla violenza con la violenza. Grazie a tutti”.

(Foto Facebook)

 

To Top