Blitz quotidiano
powered by aruba

Stende a pugni rapinatore, poi selfie prima di chiamare la polizia FOTO

PRETORIA (SUD AFRICA) – Per strada viene avvicinato da un rapinatore, lo stende con un pugno e prima di chiamare la polizia si fa un selfie con lui a terra, incosciente. Nathan Wood, ragioniere di 27 anni, ha raccontato alla polizia che si trovava davanti ad un nightclub a Stellenbosch, in Sud Africa, insieme ad un amico quando due hanno iniziato a seguirlo.

Wood, che vive a Città del Capo, ha spiegato che i due tizi hanno continuato a seguire lui e il suo amico fino a che non sono giunti in un vicolo. A quel punto hanno tirato fuori un coltello e li hanno minacciati.

“Uno dei due ha cercato di convincermi che era la cosa migliore per me dargli tutto quello che avevo puntandomi la lama affilata proprio sulla gola, sotto il viso, ha raccontato Wood. Ma poi sono stato io a convincerlo che non era nel suo migliore interesse quello che stava facendo. Come l’ho convinto? Tirandogli un pugno che l’ha mandato a terra in stato di incoscienza. E a quel punto, quando ha visto la mala parata, anche il suo amico è fuggito”.

Così una volta messosi al sicuro Wood ha deciso di scattarsi un selfie con il rapinatore steso a terra, prima di chiamare la polizia.

“Se non l’avessi colpito, ha raccontato agli agenti, credo che sarei andato ad allungare la lista dei crimini commessi in Sud Africa”.

Immagine 1 di 1
  • Stende a pugni rapinatore, poi selfie prima di chiamare la polizia FOTO
Immagine 1 di 1

 


TAG: