Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto. Enrico Mentana: “Webete” all’indignato cronico

ROMA – Enrico Mentana dà del “webete” a Claudio Bettoni, utente di internet che aveva commentato un suo post. “Lei è un webete”: il neologismo coniato dal direttore del TgLa7 Enrico Mentana per gli ignoranti del web è già diventato virale.

Il giornalista ha utilizzato il suo neologismo (che tanto sarebbe piaciuto a Umberto Eco) per rispondere al commento di un utente che si è rivoltato contro il post di Francesca Spada, la donna di Amatrice diventata nota in questi giorni per un post su Facebook in cui, da amatriciana, spiegava come i tanti discorsi che prendevano per pretesto le condizioni degli sfollati in tenda per sfogare odio contro i migranti appartengano a molti italiani ma a nessun amatriciano.

L’utente, tal Claudio Bettoni, ha scritto sulla pagina di Mentana: 

 

E vorrei proprio vedere questa portavoce Spada quando loro saranno ancora nelle tende, i terroristi rifugiati in alberghi serviti e riveriti e le banche verranno a riscuotere mutui (per ora solo sospesi) per case sbriciolate.

Al che il direttore di La7 ha ribattuto:

Mi stavo giusto chiedendo se sarebbe spuntato fuori un altro così decelerato da pensare e poi scrivere una simile idiozia. Lei pensa che il prossimo le sia simile. Ma non c’è distanza maggiore sta il virtuoso e il virtuale: eppure per lei se uno non grufola contro gli invasori è un fake. Lei è un webete.

Inutile dire che la replica di Mentana è stata apprezzata e non poco da molti utenti di Facebook. E molti chiedono che sia riconosciuto ufficialmente dall’Accademia della Crusca, come già accaduto a “petaloso”.

Immagine 1 di 9
  • Terremoto, Enrico Mentana conia "webete". E il web... 9
Immagine 1 di 9