Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto, selfie pompieri: “Nonostante tutto siamo vivi” FOTO

ARQUATA DEL TRONTO – Mirko Succu e Paolo Giraudi sono due vigili del fuoco del comando di Asti. I due, insieme a molti altri colleghi che provengono da tutta Italia, sono in servizio nelle zone colpite dal terremoto.

Dopo la devastante scossa di domenica 30 ottobre, i due pompieri hanno inviato questo scatto via WhatsApp ai colleghi per dire come stanno e per mostrare qual è la condizione dei luoghi colpiti.

Succu e Giraudi, insieme a un altro pompiere di Torino, si stavano apprestando a puntellare la chiesa di Capodacqua (frazione di Arquata del Tronto) quando sono stati sorpresi dal terremoto. “Ci siamo messi a correre, abbiamo saltato una recinzione e siamo finiti in un orto vicino, poi era tutto polvere…Per un quarto d’ora non abbiamo visto la luce del sole” ha detto Succu al telefono prima che cadesse la linea. Nonostante tutto, ed è questo il senso di queste foto, i tre vigili del fuoco sono vivi.

Immagine 1 di 2
  • Terremoto, selfie pompieri: "Nonostante tutto siamo vivi2
Immagine 1 di 2