Blitz quotidiano
powered by aruba

Tifone Megi: 32 dispersi, 5 morti tra Cina e Taiwan FOTO

PECHINO – Sono almeno 32 i dispersi a causa di due frane abbattutesi sui villaggi cinesi di Sucun e Baofeng, nella provincia orientale di Zhejiang, provocate dal passaggio del tifone Megi, il 17esimo della stagione, già responsabile di una vittima in Cina e di quattro a Taiwan.

Secondo i media locali, le attività dei soccorritori hanno consentito finora di salvare 15 persone a Sucun, mentre altre 26 mancano all’appello. A Baofang risultano dispersi in sei, tutti residenti nelle case spazzate via dalla frana.

Con venti fino a 120 km/h e pesanti piogge, Megi ha portato, nel passaggio su Cina e Taiwan, alla cancellazione di centinaia di voli, alla chiusura di scuole e autostrade, provocando ingenti danni alle infrastrutture per diverse decine di milioni di dollari.

Già nella giornata di ieri, l’agenzia Nuova Cina ha riferito che oltre 120mila persone lungo la costa sono state evacuate, mentre tutti i 31700 pecherecci della provincia sono stati richiamati nei porti a causa dei venti fino a 120 km/h, secondo le stime del National Meteorological Center.

Oltre alle centinaia di voli cancellati a partire da martedì, le tv locali hanno dato conto delle abbondanti piogge e mostrato le immagini di Fuzhou, capitale del Fujian, finita sotto mezzo metro d’acqua con squadre di soccorritori in azione sui gommoni. La situazione in serata è migliorata al punto che Megi è stato declassato a tempesta tropicale avendo perso potenza dopo il passaggio sulla città di Quanzhou (foto Ansa)

Immagine 1 di 6
  • Tifone Megi: 32 dispersi, 5 morti tra Cina e Taiwan5
Immagine 1 di 6

 


TAG: , ,