foto notizie

Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti e FOTO oscene

  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 9
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 8
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 7
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 6
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 5
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 4
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 3
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 2
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 9
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 8
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 7
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 6
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 5
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 4
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 3
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti 2
  • Vende abiti su eBay: mamma 42enne riceve decine di insulti

SALISBURY – Katherine MacPherson è una madre inglese di due figli. La donna, 42 anni, vive a Salisbury e vende abiti online utilizzando la piattaforma eBay. Katherine ha raccontato ai giornali britannici di aver ricevuto decine di messaggi disgustosi on line, dopo aver posato indossando alcuni capi di abbigliamento in vendita.

Katherine ha ricevuto immagini esplicite di genitali maschili e altre oscenità da alcuni utenti del famoso sito di e-commerce. La MacPheason sostiene di essere contattata da circa 20 uomini al giorno. “Non mi vergogno del mio corpo. Ma la gente dovrebbe essere dotata di autocontrollo” spiega la donna 42enne. “Una persona che mi ha inviato diversi messaggi a cui non ho risposto, poi è diventato più insistente, prima di mandarmi una foto del suo pene. Era bloccato ma in qualche modo è riuscito lo stesso a farlo”.

Katherine lancia un’accusa precisa al mondo del web: “Purtroppo le persone non sono al sicuro dalle molestie sessuali, neanche su un sito di e-commerce famoso come eBay” e se la prende proprio col sito di e-commerce accusato di essere inefficace nel controllo delle molestie sessuali. “Ho contattato eBay a causa di questo flusso costante di molestie, ma è estremamente difficile segnalare altri utenti per questo tipo di comportamento. eBay ha bisogno di fare di più per garantire che i propri utenti siano protetti da questo tipo di comportamenti”. 

Un portavoce di eBay ha dichiarato: “eBay prende molto sul serio questi episodi e se ci sono delle accuse di molestie, indagheremo e prenderemo provvedimenti. “Esporre i genitali non è tollerato per le strade, non può essere semplicemente ignorato on-line” ha concluso la mamma disgustata, che probabilmente non si sarebbe immaginata di finire in una situazione del genere.

 

To Top