Blitz quotidiano
powered by aruba

Vuole selfie con il cigno: trascinato per l’ala muore

ROMA – Voleva a tutti i costi una foto con un cigno, così l’ha trascinato fuori dall’acqua di un laghetto. Peccato che poi l’animale sia morto. E’ successo sulle sponde del lago Orhid, in Macedonia. Protagonista una sconosciuta turista, con ogni probabilità bulgara. La storia la racconta il Daily Mail ma anche altri siti britannici sembrano concordi sulla trama di questa brutta storia. Le foto sono finite sui giornali macedoni e da lì su quelli internazionali.

Come si vede la donna cerca in tutti i modi di costringere il recalcitrante cigno a posare con lei, e lo fa trascinando l’animale per un’ala. Il povero pennuto viene lasciato solo dopo che la donna è riuscita a ottenere le foto. Ma, raccontano alcuni testimoni, il cigno è rimasto immobile per un po’ per poi morire probabilmente a causa dell’ala spezzata.

Sembra quindi che il povero cigno sia morto per l’ignoranza della turista. Una storia simile a quella capitata su una spiaggia argentina tempo fa: la storia del delfino “morto perché i turisti volevano un selfie” ha fatto il giro del mondo. In realtà l’animale, un cucciolo, era già morto ed è stato trovato spiaggiato dai turisti che hanno fatto le foto con il suo corpo.

Quanto accaduto ha spinto la Wildlife Foundation Argentina (organizzazione animalista che si occupa di proteggere fauna e flora in Argentina) ad emettere comunque l’ennesimo appello alla popolazione per ricordare la vulnerabilità di questa specie di delfini, la Franciscana, presente nelle acque vicino alle coste di Argentina, Brasile e Uruguay. In tutto il mondo si calcola ne esistano ormai solo 30mila esemplari.

Vuole selfie con il cigno: trascinato per l'ala muore

Vuole selfie con il cigno: trascinato per l’ala muore


TAG: ,