gatti, cani e altri animali

Gattini e cuccioli di cane dati da mangiare al pitone FOTO choc: donna spagnola denunciata

  • Gattini e cuccioli di cane dati da mangiare al pitone FOTO choc2
  • Gattini e cuccioli di cane dati da mangiare al pitone FOTO choc
  • Gattini e cuccioli di cane dati da mangiare al pitone FOTO choc2
  • Gattini e cuccioli di cane dati da mangiare al pitone FOTO choc

GRANADA – Una donna spagnola avrebbe dato da mangiare dei gattini e dei cagnolini al suo pitone e per questo è finita sotto sotto inchiesta in Spagna. La proprietaria dell’animale è originaria di Loja vicino a Granada, ed ora è stata denunciata dalla Guardia Civil iberica. La donna ha postato sul web l’immagine del suo Pitone Reale che sta stritolando a morte quello che sembra essere un cagnolino di poche settimane.

Granada Hoy pubblica la foto choc sconsigliata ad un pubblico sensibile. Il Daily Mail riprende la notizia e rilancia la foto. La stessa foto, la donna l’avrebbe anche pubblicata su un popolare sito di e-commerce online in cui reclamizza la vendita del suo stesso pitone. L’inserzione sarebbe finita all’attenzione di un membro dell’ente di protezione degli animali spagnolo, che ha deciso di contattare l’autore dell’annuncio fingendo di essere interessato. In questo modo l’uomo ha scambiato diversi messaggi con l’inserzionista anche su WhatsApp. la donna, entrata in confidenza con il suo probabile acquirente ha raccontato di aver alimentato “il serpente con cuccioli e gattini, così come anche un uccello”.

A quel punto il presunto acquirente ha deciso di informare la Guardia Civil. La polizia ha fatto subito scattare un’indagine e la donna è stata rintracciata e inchiodata alle sue responsabilità. Ora è stata denunciata per maltrattamento di animali, crimine per il quale “si rischiano fino a 18 mesi di carcere, oltre al divieto fino a tre anni di esercitare professioni, commerciale o industriali, legato agli animali e alla custodia degli animali” ha spiegato il corpo della Guardia Civil che si occupa di maltrattamenti.

To Top