gatti, cani e altri animali

Londra: irruzione della polizia in casa. Lo yorkshire e il suo reato

Londra: irruzione della polizia in casa. Lo yorkshire e il suo reato. Parla la padrona Claudia Settimo Bovio

Londra: irruzione della polizia in casa. Lo yorkshire e il suo reato (foto d’archivio Ansa)

LONDRA – A Kingston, Londra, sette agenti di polizia hanno fatto irruzione nella casa della 73enne Claudia Settimo-Bovio per catturare e sequestrare Alfie, il suo “pericoloso” Yorkshire terrier, che aveva rincorso un fattorino e fatto cadere riportando ferite superficiali.  Claudia Settimo-Bovio, quando si sono presentati gli agenti, a bordo di cinque auto, sostiene di essere stata “trattata come una criminale”. “Il mio cane non è pericoloso. Non è un Rottweiler, è un piccolo Yorkshire terrier. Vivo da sola e Alfie con me è molto protettivo. Gli piace rincorrere ma lo fanno tutti i cani”.

Alla polizia era stato detto che forse si trattava di un border collie o una taglia simile, ma quando sono arrivati in casa della Settimo-Bovio, hanno scoperto che Alfie era uno Yorkshire terrier. Dopo il sequestro la donna è stressata e disperata:”È terribile perché ha 10 anni, non è un cucciolo e non ci siamo mai separati. Probabilmente penserà che l’ho abbandonato, non è mai stato in un canile e non so quando avrò la possibilità di rivederlo. Non lo meritava”.

To Top