Blitz quotidiano
powered by aruba

Trova le due zebre tra le migliaia di gnu FOTO

Nella riserva kenyota del Maasai Mara, il fotografo tedesco Ingo Gerlach ha scattato una foto che riprende migliaia di gnu alle prese con la migrazione di massa. Lo scatto nasconde una curiosità: al suo interno ci sono due zebre casualmente rimaste "imbottite" nel traffico.

ROMA – Nella riserva kenyota del Maasai Mara, il fotografo tedesco Ingo Gerlach ha scattato una foto che riprende migliaia di gnu alle prese con la migrazione di massa. Lo scatto, al di là della suggestione, nasconde una curiosità: come riporta Metro.uk al suo interno ci sono due zebre casualmente rimaste “imbottite” nel traffico.

Riuscite a trovarle, chiede il giornale britannico? La soluzione all’indovinello viene mostrata da Metro in una seconda foto.

Circa 80mila gnu, ogni anno migrano passando a bordo di un fiume e raggiungono il Parco Nazionale del Serengeti in Tanzania che, come spiega questo link ospita

“1.7 milioni di gnu; 250.000 zebre; 440.000 gazzelle di Thompson; 9.000 iene; 2.800 leoni; 1.000 leopardi; 500 ghepardi, elefanti, ippopotami, rinoceronti, giraffe, bufali, facoceri, sciacalli, otocioni, struzzi, genette, gattopardi, caracal, manguste, dik dik, impala, gazzelle, orici, antilopi d’acqua, eland, antilopi topi, ippopotami, coccodrilli e oltre 400 specie di uccelli [comprese molte specie migratorie eurasiatiche] che gli conferiscono la più alta concentrazione ornitologica dopo quella del Tarangire (…)”.

“Si dice spesso che il Serengeti sia diventato un parco molto trafficato. Effettivamente a Seronera, in alta stagione, non è raro vedere fino a 15 – 20 veicoli attorno ad un unico felino ma il Serengeti si estende su 15.000 Kmq. ed anche nei mesi di Luglio ed Agosto vi sono aree del parco assolutamente prive di traffico.
I dintorni stessi di Seronera offrono un reticolo di piste ed aree alternative caratterizzate da piccoli corsi d’acqua e raggruppamenti di kopjes che permettono di uscire dai percorsi turistici e trovarsi anche in alta stagione virtualmente soli nella savana approfittando quindi dell’ottimo game drive che la zona offre ma contemporaneamente evitando il peggior traffico. Gli elementi fondamentali per la buona riuscita di un safari sono una buona pianificazione delle aree da visitare, veicolo ad uso esclusivo in modo da godere di massima libertà e flessibilità durante i game drives, guida esperta che oltre agli animali conosca approfonditamente aree e piste”.

Immagine 1 di 3
  • Trova le due zebre tra le migliaia di gnu3
  • Ecco le due zebre
Immagine 1 di 3