Blitz quotidiano
powered by aruba

Dinner in The Sky, salta la cena volante a Roma: “Colpa della burocrazia”

ROMA – In tanti aspettavano trepidanti la seconda metà di settembre. Avevano prenotato con largo anticipo una cena d’elite, con piatti gourmet e vista mozzafiato, a 50 metri di altezza sui tetti sterminati di Roma. La tappa capitolina di Dinner in the Sky, l’evento gourmet che da 10 anni offre cene mozzafiato in tutto il mondo, era prevista dal 15 al 30 settembre presso la Città dell’Altra Economia a Testaccio. Ma la cena volante non si farà. L’evento è saltato e ai clienti non sarà riconosciuto alcun rimborso. Motivo? Tutta colpa della “farraginosa macchina burocratica italiana”. Così Uldis Kalnins, amministratore delegato di Dits Europe, società organizzatrice dell’evento, ha spiegato l’annullamento in un video apparso su YouTube.

Grande il disappunto per quanti avevano già acquistato il biglietto: si va dai 45 ai 178 euro per persona, ai pacchetti da migliaia di euro per aziende. È anche nato un gruppo su Facebook che raccoglie le proteste dei clienti: in tanti accusano l’azienda di aver venduto i biglietti senza essere in pos delle autorizzazioni necessarie per svolgere la manifestazione, e di pretendere perciò il rimborso della cifra spesa. C’è anche chi racconta di aver prenotato apposta un viaggio dagli Stati Uniti per partecipare alla cena.

In realtà la cena non sarebbe tecnicamente saltata, ma solo rinviata a maggio 2017. Per la grandissima difficoltà della burocrazia italiana “nel recepire e adottare le normative europee che regolano la manifestazione”. Ecco perché, stando al regolamento, chi ha già acquistato il biglietto non riceverà indietro i soldi. Dovrà accontentarsi di una gift card da spendere nei prossimi tre anni. Anche a maggio dell’anno prossimo. La pazienza sarà premiata, promettono gli organizzatori: la location del prossimo anno sarà ancora più bella e suggestiva e a prezzi ancor a più esclusivi, ma per i clienti del 2016 la maggiorazione non ci sarà. In più, il giorno dell’evento, riceveranno una bottiglia di pregiatissimo vino doc, come cadeaux di scuse dall’organizzazione.