Blitz quotidiano
powered by aruba

Premio Strega ad Edoardo Albinati con “La scuola cattolica”

ROMA – Lo scrittore romano Edoardo Albinati ha vinto la settantesima edizione del Premio Strega, per la prima volta all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Il suo libro “La scuola cattolica”, edito da Rizzoli, ha vinto con 143 voti.

Al secondo posto Eraldo Affinati con 92 voti per “L’uomo del futuro” (Mondadori) e al terzo Vittorio Sermonti con 89 voti per “Se avessero” (Garzanti). Quarto posto per Giordano Meacci con “Il cinghiale che uccise Liberty Valance” (minimum fax), 46 voti e ultima Elena Stancanelli con “La femmina ” (La nave di Teseo) con 25 voti.

Su 460 aventi diritto al voto si sono espressi in 395, pari al 85,86%. A presiedere il seggio Nicola Lagioia, vincitore della scorsa edizione del Premio Strega.

“Credo che l’entusiasmo e la fatica di questa vittoria vadano dedicati a Valentino Zeichen, persona cara e nobile, aquila libera che ha protetto e consigliato i miei figli e tutti noi”, ha detto Edoardo Albinati, che non è riuscito a trattenere le lacrime.

“La scuola cattolica” dovrebbe diventare un film, ma finché non vedo asciugarsi la firma del contratto non dico nulla. Io comunque non darò nessun consiglio a chi lo farà, ne collaborerò alla sceneggiatura ma andrò alla prima”, ha detto il vincitore del Premio Strega 2016, commentando a caldo la vittoria.

“Se fossi giovane, il premio mi avrebbe cambiato la vita ma ora vengono ricompensate le persone che volevano da me qualcosa di più. Per loro è una soddisfazione. Ho scritto questo libro per i lettori che vogliono leggere di più, sapere di più, non solo storie ma pensare alla loro vita attraverso i personaggi”, ha aggiunto Albinati.