Media

Aemilia, giornalisti minacciati. Fnsi e Aser: “Non sottovalutare gli attacchi”

Aemilia, giornalisti minacciati. Fnsi e Aser: "Non sottovalutare gli attacchi"

Aemilia, giornalisti minacciati. Fnsi e Aser: “Non sottovalutare gli attacchi”

ROMA – Ancora minacce per i giornalisti che si occupano del processo Aemilia. Dopo che gli imputati hanno lanciato intimidazioni ai cronisti proprio dalle aule del tribunale in cui si svolge il processo, la Federazione nazionale stampa italiana, Fnsi, e l’Associazione stampa Emilia Romagna, Aser, sono scesi in campo per sostenere i giornalisti minacciati e per chiedere che questi attacchi non vengano sottovalutati.

In una nota il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, e la presidente dell’Associazione Stampa Emilia Romagna, Serena Bersani, hanno dichiarato:

“Sarebbe un gravissimo errore sottovalutare le nuove minacce che gli imputati nel processo Aemilia e i loro legali hanno rivolto, e non è la prima volta che accade, nei confronti dei cronisti che da tempo seguono tale vicenda. Non è tollerabile che si possano usare persino le aule di giustizia per tentare di intimidire chi svolge il proprio mestiere di informare i cittadini.

Non solo siamo solidali con i colleghi, ma concorderemo con tutti i giornalisti coinvolti la nostra presenza alle prossime udienze del processo e inoltre promuoveremo un’iniziativa pubblica a sostegno dei cronisti minacciati e, soprattutto, a sostegno del diritto dei cittadini ad essere informati su quanto accade nelle loro città”.

To Top