Media

Agcom diffida Wind e Tre: “Basta musica e chat gratis per clienti senza giga”

Agcom diffida Wind e Tre: "Basta musica e chat gratis per clienti senza giga"

Agcom diffida Wind e Tre: “Basta musica e chat gratis per clienti senza giga”

ROMA – Wind e Tre permettono ai loro utenti di utilizzare la chat Veon e ascoltare musica con Music by 3 anche quando hanno esaurito il traffico dati. E l’Agcom (Autorità di garanzia delle comunicazioni) li diffida dal continuare ad adottare questa soluzione.

Il motivo? La pratica dei due operatori discriminerebbe i servizi simili di altre società che invece non sono più raggiungibili una volta esauriti i giga.

 

Come spiega Repubblica,  il Garante sospetta una discriminazione da parte di Tre e Wind nei confronti degli altri servizi musicali e di chat. L’Agcom chiama in causa le regole europee e accusa la Tre e Wind (che intanto sono diventate una società unica) di violare uno dei pilastri della navigazione in Internet: la neutralità della Rete. 

La delibera fa riferimento ad un regolamento dell’Unione europea, il numero 2120 del 2015 e un atto di interpretazione di queste norme che porta la firma di un’agenzia dell’Unione europea che si chiama Berec. E scrive nella sua diffida:

“Si ritiene che le offerte zero rating di Wind e Tre determinino una discriminazione del traffico zero-rated rispetto al restante traffico”.

Scrive Repubblica:

Questa formula misteriosa (“zero rated”) indica appunto l’utilizzo di applicazioni proprietarie (come “Veon” per Wind) che il cliente utilizza senza consumare dati, in particolare quando non ha più traffico a disposizione. Wind e Tre avranno tempo fino al 15 aprile per spiegare al Garante quali misure hanno adottato per “adeguare la propria offerta alle succitate disposizioni”.

To Top