Blitz quotidiano
powered by aruba

Ballarò non lo chiudo. Daria Bignardi: “Scemenze”. Ma…

ROMA – Ballarò non chiude, parola di Daria Bignardi, neo direttore di Rai3, affidata alla memoria imperitura di Facebook. Non tutti le credono, fra i suoi follower, ma i più accolgono la promessa con entusiasmo. L’uscita, con quel frizzante tono un po’ supponente che è trademark di famiglia, è stata rilevata dal Messaggero di Roma:

“«Ma vi pare che chiuderei i programmi più apprezzati di RaiTre? Maddai!». Così Daria Bignardi, direttrice della terza rete del servizio pubblico, interviene con un lungo post pubblicato sulla sua pagina Facebook dopo le indiscrezioni che la vorrebbero pronta a cancellare, ridimensionare o ad accorciare la durata di marchi storici della rete come Ballarò, Presadiretta e Report”.

Quello che segue è il testo completo del post di Daria Bignardi, del 12 marzo alle ore 15:01:

“Ragazzi, io le scemenze riportate da certi siti e giornali manco le leggo: sono routine dell’informazione in cerca di zizzania, di cui dovremmo essere esperti e consapevoli. Purtroppo però non solo parecchi le leggono, ma pure ci credono, o ci vogliono credere, e mi ritrovo qui i loro commenti basati sul niente (chiamiamoli commenti, per gentilezza); o le loro preoccupazioni in buona fede, ma un po’ ingenue. Ma vi pare che chiuderei i programmi più apprezzati di RaiTre? Maddai!
Mi dispiace un sacco quando vedo gli effetti di un passaparola che prende per buona un’informazione che non è tale, ma cerca solo di farsi notare sovreccitando i suoi lettori: niente fonti, niente fondamenti, si può inventare qualunque cosa, tanto qualcuno che la prende per vera c’è sempre. Mi dispiace perché funziona così riguardo a moltissime cose: se si trattasse solo del mio lavoro pazienza (ma ora anche quello vi riguarda: servizio pubblico). Non fatevi abbindolare, pensate con la vostra testa, tenete conto dei fatti e non dei sospetti diffusi strumentalmente, delle notizie campate in aria, dei si dice, delle dietrologie. Non devo dirvelo io che pochi giorni dopo spariscono, smentite dai fatti, e rimpiazzate da altre: saranno tre anni così, su RaiTre, come è stato finora e com’è sul resto delle cose italiane. Informatevi, approfondite, ragionate, confrontate, leggete. Dubitate delle cose che non hanno senso, o chiedetevi perché ve le dice, chi ve le dice. È importante.
Io non starò a smentire tutte le sciocchezze che circolano, perché se lo facessi non avrei più tempo per lavorare, e oltretutto incentiverei chi le spara grosse per farsi notare.
Giudicate il mio lavoro. Tra sei mesi, per esempio, e soprattutto tra tre anni, quando scadrà il mio contratto (è un contratto a termine, dura tre anni, non ho un posto in Rai a vita come era stato finora per i dirigenti: e questa sì che sarebbe una notizia e una novità, a essere interessati alle notizie vere, oppure a quelle buone).
Non potrò fare miracoli, ma farò tutto quello che posso, meglio che posso, come sempre.
Ciao. E grazie mille, eh”.

Riportiamo alcuni esempi di tre tipi di commenti a questo post: quelli dubbiosi, quelli ostili, quelli adoranti:

dubbiosi:

Paola Ingenito Vedremo Daria , perché lo dicono i quotidiani e non gli “imbecilli” dei social ….. E non credo siano notizie campate sul nulla … E siccome proprio nel tuo programma (che ho seguito per anni con interesse) Renzi ha detto una serie di cose che non ha mantenuto …. Non vorrei fosse una tattica di voi del pd …. Fare delle declamazioni di negazione ufficiali e convincenti e poi fare ben altro …. Giustificandolo come inevitabile da un punto di vista pratico e assolutamente non ideologico (“altrimenti perché avrei detto quel giorno…… Etc “)……

Antonio Guerra Ti aspettiamo al varco!! misureremo la tua indipendenza da questi quattro ignoranti e arroganti che stanno distruggendo l’Italia. Vediamo se RAI 3 dopo che dobbiamo pagare il canone obbligatoriamente si può anche guardare. Ti aspettiamo!!

negativi:

Maria Teresa Barnabei Bonaduce Non credo che con il suo sorrisetto sdegnoso nelle pseudo interviste quasi insopportabili riuscirà a cambiare molto ma faccio lo stesso molti auguri soprattutto a noi utenti di Rai3

Antonietta Coppola Ragionando con la mia testa quando l hanno nominata direttore ho pensato …perché? Per quali meriti? E mi sono detta però la Bignardi somiglia tanto alle ministre del governo Renzi. …

Carlo Giannini Io aspetto di vedere e valutare.
Di sicuro la competenza per dirigere addirittura una rete NON C’È. L’amicizia e la fedeltà al piccolo principe fiorentino è invece penosamente evidente e ciò mi preoccupa non poco.

adoranti:

Rosalba Luppino Cara Daria,io l’ho seguita da sempre.I suoi programmi sono sempre stati,per me, belli.Anche quando presentava Grande Fratello.Man mano l’ho vista crescere professionalmente.Secondo me farà un buon lavoro.D’altro canto Rai tre e’ già molto bella, ora.Con lei potrà solo migliorare ancora.Le mie congratulazioni.

Angela Conviti Era come credevo dal fatto solo bugie credo che i giornalisti del fatto siano pagati solo per screditare tutto ciò che fa il governo Renzi e il partito di Renzi e le persone come la Bignardi nominata dal governo ed io dovrei credere a questi così detto giornalisti diretti da un presuntuoso che si crede sempre di stare nel giusto il signor travaglio.

Saverio Sanfilippo Conosciamo il tuo garbo, le tue gentilezze, la tua serietà professionale, il delicato modo di porgere (anche se, a volte, “necessariamente” pungente). Se posso permettermi, ti auguro tre anni di successi e di buoni rapporti con RAI3. Ti auguro, ancora, che la tua vita sia un susseguirsi di esiti positivi e soddisfacentii, in tutti i “campi”!