Media

Batterie smartphone: i 5 errori nella ricarica

Batterie smartphone: i 5 errori nella ricarica

Batterie smartphone: i 5 errori nella ricarica

ROMA – Mettete in carica il telefono per tutta la notte? Sbagliato, così rischiate di rovinare la batteria anzitempo. Quelle al litio incorporate nella maggior parte degli smartphone hanno un ciclo di vita di circa due anni ma un utilizzo scorretto può accorciarne notevolmente la vita. Ecco allora i cinque errori da non fare per preservare il buon funzionamento del vostro telefono.

1 – Non scaricare completamente il telefono. Non è necessario arrivare all’1% di batteria per mettere il telefono in carica. Motivo? Così facendo gli ioni di litio si esauriscono prima.

2 – Non arrivare al 100% di batteria. Non è salutare neppure il contrario: sovraccaricare la batteria ha il medesimo effetto di esaurimento. Meglio collegare il telefono più volte alla corrente, una ricarica parziale aiuterà a preservarne il ciclo di vita.

3 – Rimuovere la custodia. Quando mettere il telefono in carica è buona norma rimuoverlo da una eventuale custodia. Le cover rischiano infatti di surriscaldarsi con evidenti effetti negativi sulla batteria. In caso di surriscaldamento, è comunque consigliabile una pausa. Per la stessa ragione, è meglio stare alla larga dallo smartphone mentre è in carica.

4 – Non ricaricare a temperature troppo alte. E’ raccomandabile scegliere un ambiente né troppo caldo né troppo freddo per collegare il telefono all’alimentatore. Mai superare i 32° C. Utilizzare sempre il caricabatterie originale.

5 – Non abbandonare il telefono scarico. Se pensate di non usarlo più per un po’ non lasciare che si scarichi e si spenga da solo. Potrebbe rendere impossibile una nuova ricarica. Ricordatevi di ricaricarlo almeno fino al 50 per cento ogni sei mesi.

 

To Top