Media

Binky, l’app anti-Facebook: ogni post o like è inutile

Binky, l'app anti-Facebook: ogni post o like è inutile

ROMA – Si chiama Binky ed è un’app anti-Facebook. A primo impatto somiglia a un comune social network: si possono scrivere post, che si chiamano bink, mandare messaggi, commentare e mettere like. Ma manca una cosa: le persone. Binky è quindi un’app completamente inutile dove ogni cosa che avviene è del tutto falsa. Qualsiasi tipo di attività è assolutamente vana e senza alcun senso.

“Se tutto ciò suona stupido, è perché Binky è stupido (e magnifico)”, scrive il giornalista Tristan Greene su TheNextWeb. In sostanza serve solo a soddisfare il vostro bisogno compulsivo di scrolling.

Dan Kurtz, creatore dell’app, spiega a Tech Crunch:

“E ‘iniziato come uno scherzo. Volevo fare satira su quei momenti in cui scorriamo velocemente da un’app all’altra perché non abbiamo nulla di meglio da fare”.

“Su Facebook c’è troppa rabbia, troppo stress – aggiunge –  ma noi vogliamo comunque fare qualcosa con il nostro smartphone”.

Ecco allora che Binky risolve il problema: ti fa scorrere qualcosa, anche se quel qualcosa è il nulla. In questo senso l’app diventa un momento di meditazione profonda sulla nostra società e in particolare sul voler essere sempre connessi e gratificati da qualche like ricevuto sui social. Forse proprio per questo Binky sta ricevendo un’attenzione mediatica notevole.

San raffaele

La parte migliore sono i commenti, dice chi l’ha provata: ogni volta che se ne prova a fare uno, l’app ti blocca e genera frasi in automatico.

Al momento però è disponibile solo su iOS ma Kurtz si dice disponibile a parlare con eventuali investitori per far evolvere la sua creatura non sense.

To Top