Blitz quotidiano
powered by aruba

Cairo ottiene il 48,82% di Rcs. Bonomi & soci: esposto in Consob

ROMA – All’offerta di Cairo Communication su Rcs “sono state portate in adesione (al netto delle revoche) 254.785.320 azioni Rcs, rappresentative del 48,82% del capitale sociale di Rcs e delle azioni ordinarie Rcs oggetto dell’Offerta”. E’ quanto spiega Cairo Communication in una nota sui risultati definitivi dell’Opas. Il “controvalore complessivo” è “pari a 45.861.357 azioni Cairo Communication e 63.696.330 euro da versarsi in contanti”.

I risultati sono stati comunicati “da Equita s.i.m. S.p.A., anche per conto di Banca Imi S.p.A., quali intermediari incaricati del coordinamento della raccolta delle adesioni”. La nota spiega poi che “il pagamento del Corrispettivo, per le azioni Rcs apportate all’Offerta nel corso del periodo di adesione, avverrà in data 22 luglio 2016″.

Da cordata Bonomi esposto alla Consob. International Media Holding S.p.A. (Imh) ha presentato un esposto in Consob, chiedendo di verificare “se vi siano state irregolarità nello svolgimento dell’Opas” su Rcs “da parte di Cairo Communication”. Lo rende noto un comunicato di Imh (Bonomi, Mediobanca, Diego Della Valle, Pirelli e UnipolSai).

L’esposto, viene spiegato nella nota di Imh, è stato presentato “in data 20 luglio 2016″. Ieri, riferendosi alle offerte pubbliche lanciate per il controllo di Rcs, Diego Della Valle aveva annunciato che avrebbe chiesto “a tutte le autorità competenti di essere rassicurato, e con me tutto il mercato – aveva precisato -, sul fatto che tutto si sia svolto nel rispetto delle regole”.