Blitz quotidiano
powered by aruba

Calcio in streaming a 10 euro: la truffa via Skype…

ROMA – Calcio in streaming a 10 euro: la truffa via Skype… Da una parte Sky con tutta la Serie A, dall’altra Mediaset con tutta la Champions League in esclusiva. Eppure c’è chi non sottoscrive nessun abbonamento con i due colossi della tv. Come riporta Il Fatto Quotidiano infatti, una nuova forma di truffa, che sembra già contrastata, è quella degli Iptv illegali. Tramite un contatto su Skype, infatti, queste nuove realtà consentono agli utenti di guardare in tutta tranquillità più di 1600 canali, apportando ai broadcaster internazionali dei danni ingenti dal punto di vista economico.

Filippo Testini per Il Corriere dello Sport spiega:

Nessun sito o buffering lento da aspettare. L’innovativo metodo di raggiro per le multinazionali della tv satellitare, infatti, avviene tramite Skype. Un contatto diretto con il “gestore” del server, che tramite il sistema di messaggistica per pc invia un file di download. Provato che il sistema vada bene, con una visione nitida e al massimo con 15 secondi di ritardo rispetto all’originale, avviene il pagamento: 10 euro (massimo) al meseper usufruire del pacchetto Sky o Mediaset o, perché no, entrambi.

Nonostante il fenomeno sia in vera e propria espansione sul web, Sky ha inferto un colpo importante nella lotta contro gli Iptv illegali. La compagnia satellitare, infatti, ha cambiato, nel mese di dicembre, l’algoritmo di decodifica dei proprio canali, impedendone quindi la visione su decoder alternativi. Ad una mossa, però, corrisponde sempre una risposta. Come in un’ipotetica partita a scacchi, infatti, i master hanno moltiplicato le playlist per la visione, continuando a trasmettere tutto il palinsesto Sky o Mediaset per poche decine di euro.