Blitz quotidiano
powered by aruba

“Il Centro” , proclamati altri 4 giorni di sciopero

PESCARA – Altre quattro giornate di sciopero, da oggi fino a lunedì compreso, indetto dall’assemblea dei giornalisti e dalla Rsu del quotidiano d’Abruzzo ‘il Centro’, su mandato unanime dell’assemblea, dopo la comunicazione del Gruppo Espresso dell’avvenuta cessione della testata e del Centro stampa di Pescara, ad una cordata di imprenditori locali composta da Luigi Pierangeli, Cristiano Artoni, Alberto Leonardis e Luigi Palmerini.

“L’amarezza dei giornalisti de ‘il Centro’ è quella di essere stati ceduti per inseguire un altro progetto, la fusione Espresso-Itedi – è un passo della nota inviata al consigliere delegato Domenico Galasso, al direttore Mauro Tedeschini, a tutti i colleghi – che mette a repentaglio il futuro di altri giornali del gruppo dopo che per anni hanno lavorato in condizioni difficili (alcuni hanno scritto e dormito nel camper in occasione del tragico terremoto del 2009 all’Aquila) per garantire la crescita e il consolidamento dell’azienda-Centro”.

Il Gruppo Espresso, oltre a “Il Centro” ha venduto “la Città di Salerno”. Lo scorso 7 settembre, in un comunicato ha comunicato

“che sono stati definiti gli accordi per le cessioni dei quotidiani “il Centro” e “la Città di Salerno”(…) la nuova editrice de “la Città di Salerno” farà invece capo alla società So.Ge.P.Im S.r.l., holding della famiglia Lombardi-Scarlato. Le operazioni si inseriscono nel piano di deconsolidamento teso a garantire il rispetto delle soglie di tiratura previste dalla normativa in vigore, nella prospettiva della futura integrazione con la Stampa ed Il Secolo XIX. Il passaggio avrà efficacia, una volta esperite le procedure previste dalla legge e dai contratti collettivi, entro il 31 ottobre 2016″.

“Il Gruppo Espresso ringrazia tutto il personale de “il Centro” e de “la Città di Salerno” per il grande impegno di questi anni e augura loro buon lavoro nella certezza che le testate continueranno a rappresentare una voce informativa fondamentale per l’Abruzzo e per la provincia di Salerno”.