Media

Cina sfida Wikipedia: dal 2018 sarà online la sua enciclopedia “fatta in casa”

Cina sfida Wikipedia: dal 2018 sarà online la sua enciclopedia "fatta in casa"

Cina sfida Wikipedia: dal 2018 sarà online la sua enciclopedia “fatta in casa”

ROMA – Una enciclopedia online “fatta in casa” che vuole sfidare Wikipedia. Questo l’obiettivo della Cina che ha ingaggiato migliaia di studiosi per creare la sua enciclopedia online, mentre l’accesso a Wikipedia nel paese resta parzialmente bloccato. L’Enciclopedia Cinese dovrebbe approdare online nel 2018 e rappresenta il più grande progetto editoriale a cui parteciparenno 20mila autori tra università e istituti di ricerca con voci in oltre 100 discipline.

A riferire l’arrivo della nuova enciclopedia è il sito South China Morning Post, che spiega l’oviettivo del progetto: scrivere il primo libro digitale nazionale di tutto, con oltre 300mila voci ognuna delle quali lunga circa mille parole. Sarà grande il doppio dell’Enciclopedia Britannica e avrà più o meno le stesse dimensioni della versione di Wikipedia in lingua cinese. “L’enciclopedia Cinese non è un libro, ma una Grande Muraglia della cultura”, aveva detto nelle scorse settimane Yang Muzhi, redattore capo del progetto e presidente della Periodicals Distribution Association of China.

Lanciata nel 2001, la versione cinese di Wikipedia è stata negli anni oggetto di censure e restrizioni. Al momento i cittadini cinesi possono consultare la maggior parte delle voci scientifiche e tecnologiche, ma non le voci relative ad esempio al Dalai Lama e al presidente cinese Xi Jinping.

To Top