Blitz quotidiano
powered by aruba

Direttori Tg, aria di golpe in Rai. Siddi: “Il piano Verdelli non esiste, di nomine non si sa nulla”

ROMA – Tg Rai, in arrivo nuovi direttori? La voce circola ma nessuno ne sa niente. C’è un piano Verdelli, che molti giudicano vago e fumoso, nomi non se ne fanno. Può darsi che si tratti di un 25 luglio ritardato al 3 agosto, quando si riunirà un Consiglio di amministrazione della RAi che però all’ordine del giorno non sembra avere il tema nomine. A meno che, nello spostare il Consiglio dal 2 al tre, Antonio Campo Dall’Orto non approfitti per introdurre un nuovo esame del piano di Carlo Verdelli, direttore editoriale della “offerta informativa Rai”, e attraverso quel cavallo di Troia, introdurre surrettiziamente il tema nomine.

Franco Siddi, ex capo del sindacato dei giornalisti e consigliere di amministrazione Rai, mette le mani avanti e alza una barriera:

“Siamo stati preavvertiti di uno spostamento della riunione del Cda dal 2 al 3 agosto. L’ordine del giorno ancora non c’è, sappiamo che tre punti sono rimasti in ballo dalla precedente riunione: la semestrale, la situazione del settore immobiliare e gli interventi di sanificazione dell’amianto, l’auditing interno. Le nomine? Registro i rumors che leggo. Ho ascoltato la riunione della Commissione parlamentare di Vigilanza che ha posto l’accento sull’informazione”.

Sul “piano Verdelli” Siddi è stato tranchant. Quel piano, ha detto Siddi,

“non esiste. Verdelli ha presentato un mese e mezzo fa alcune riflessioni al cda, di cui non abbiamo copia, e ci si riprometteva di ampliare la discussione“.

Appunto.