Media

Facebook assume 3mila “controllori”: impediranno video e pubblicazioni violente

Facebook assume 3mila persone per controllare "Live": "Impediremo nuovi video violenti"

Mark Zuckerberg (Ansa)

ROMA – Facebook ha ceduto alle pressioni dei tanti che chiedevano che il colosso fondato da Mark Zuckerberg prendesse posizione rispetto alle tante trasmissioni “live” in cui sono apparsi in questi mesi diversi omicidi e suicidi.

L’obiettivo del gigante del web, scrive il Daily Mail, è quello di assumere 3mila nuovi dipendenti che si vanno ad aggiungersi ai già 4.500 presenti, che siano in grado di gestire tutto ciò che gli utenti “postano”, affinché vengano eliminate violenze e abusi su minori.

San raffaele

L’azienda si è trovata costretta ad agire, dopo i numerosi ed inquietanti video trasmessi su Facebook Live, il servizio “streaming” del sito. Ultimo della serie dell’orrore, è quello girato da un giovane di 21 anni, che impicca la figlia di 11 mesi prima di suicidarsi. Il video è lungo 4 minuti, mostra i momenti finali della piccola ed è rimasto online per ben 24 ore prima che fosse rimosso da Facebook.

Lo scorso mese, invece, Steve Stephens, 37enne americano, ha sparato in diretta a Robert Godwin, pensionato di 74 anni; il video è stato rimosso due ore dopo dal sito, ma a una settimana dall’omicidio era ancora disponibile in rete.

“Questi avvenimenti mi hanno fatto riflettere su cosa possiamo migliorare. Stiamo lavorando affinché la segnalazione di questi video sia più semplice e si possano prendere tempestivi provvedimenti” ha spiegato Mark Zuckerberg, che ha raccontato la storia di un altro utente che ha tentato il suicidio, ma che fortunatamente, è stato salvato all’ultimo minuto. “Siamo riusciti a contattare le forze dell’ordine che hanno agito immediatamente così da evitare il peggio. In altri casi, purtroppo, non siamo stati così fortunati” ha affermato il creatore del sito web.

To Top