Media

Facebook, il primo bollino rosso è per una fake news su Donald Trump

Facebook, il primo bollino rosso è per una fake news su Donald Trump

Facebook, il primo bollino rosso è per una fake news su Donald Trump

ROMA – Facebook ha cominciato a segnalare le fake news che circolano sulla sua piattaforma con il sistema annunciato a dicembre scorso: quello di una sorta di “bollino rosso”, un’etichetta con la dicitura “contestata” che accompagna le notizie che team di giornalisti hanno sottoposto a verifica e ritenuto falsa o fuorviante.

Il primo caso, riporta il sito Recode, è una notizia sul presidente Donald Trump il cui smartphone Android avrebbe favorito fughe di notizie dalla Casa Bianca. La notizia in questione è pubblicata da The Seattle Tribune, che non è una testata giornalistica ma un sito che si autodefinisce anche di satira online.

Tale contenuto è stato “contestato” da Snopes.com e PolitiFact, due delle organizzazioni che collaborano col social per il fact checking delle news online. Il Seattle Tribune, specifica Snopes, è frutto della Associated Media Coverage, una vera e propria “fabbrica” riconosciuta di notizie false.

In Italia il sistema “anti-bufala” è ancora lontano dall’essere applicato: ad ora il test è in corso solo negli Stati Uniti, ma, sempre a dicembre, il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, ha annunciato che “entro il 2017” il sistema per arginare le notizie false sarà realtà: “Daremo più rilievo ai post delle testate giornalistiche ‘ufficiali'”, ha spiegato tre mesi fa. Non a caso all’inizio dell’anno Facebook ha modificato l’algoritmo che decide cosa si visualizza nella sezione “notizie” di ogni utente“

 

To Top