Media

Facebook, scontro tra Donald Trump e Mark Zuckerberg

Facebook, scontro tra Donald Trump e Mark Zuckerberg

Facebook, scontro tra Donald Trump e Mark Zuckerberg

WASHINGTON –  Botta e risposta via social network tra Donald Trump e Mark Zuckerberg. Facebook è stato sempre anti-Trump, ma la gente è con me”, ha twittato il presidente americano, tornando ad attaccare anche il New York Times ed il Washington Post, accusati di veicolare ‘fake news’ contro di lui: “Collusione?”, si chiede quindi il presidente americano.

Immediata la replica di Zuckerberg, fondatore di Facebook: “Facebook è una piattaforma per tutte le idee”, risponde seccamente il giovane imprenditore milionario.

L’inventore di Facebook ha sottolineato che durante la campagna elettorale negli Stati Uniti anche i democratici avevano criticato alcuni contenuti pubblicati accusando il social media di favorire Trump. Invece, ha insistito Zuckeberg in un lungo post, “Facebook ha dato voce alle persone, messo i candidati nelle condizioni di comunicare direttamente, aiutato milioni di persone a votare”.

Il numero uno del colosso social ha poi ammesso di essersi pentito di aver ridicolizzato allora i timori che Facebook potesse avere un impatto sulle elezioni presidenziali: “Dopo il voto dichiarai che pensare che la disinformazione su Facebook poteva aver cambiato il risultato era un’idea folle. Nel definirla folle sono stato sprezzante e me ne pento. Non si può essere sprezzanti su un argomento così importante”, ha scritto.

 

To Top