Blitz quotidiano
powered by aruba

Los Angeles Times dice no all’offerta Gannett-USA Today

NEW YORK – Il Los Angeles Times respinge l’offerta di USA Today: il consiglio di amministrazione di Tribune Publishing ritiene che la proposta da 388 milioni di dollari di Gannett non rispecchi il valore della società e non sia nel miglior interesse degli azionisti. Alla decisione il Consiglio di amministrazione è giunto dopo un”’attenta valutazione”.

Dall’unione sarebbe nata una delle maggiori società editrici di quotidiani locali negli Stati Uniti, portando sotto lo stesso tetto oltre a USA Today e Los Angeles Times anche Chicago Tribune, Detroit Free Press, Orlando Sentinel e altri nomi di prestigio.

In base all‘opa ostile, Gannett metteva sul piatto 12,25 dollari per azione, un premio del 63% rispetto alla seduta precedente all’annuncio al pubblico (la proposta era datata 12 aprile).

La replica dell’editore di Usa Today non si è fatta attendere: “Questo annuncio conferma la nostra preoccupazione iniziale che il cda di Tribune non ha mai voluto avere a che fare con noi”, ha detto Gannett, accusato il 26 aprile scorso da Tribune di avere mostrato un comportamento “erratico e inaffidabile” nella gestione del lancio dell’opa.

Secondo Gannett “è una sfortuna che il cda di Tribune neghi ai suoi soci questo valore in contanti, immediato e convincente rifiutando la nostra offerta senza fare una controproposta o altrimenti negoziando o fornendo un feedback costruttivo”.

L’offerta di Gannett era arrivata mentre il New York Post riportava alcune indiscrezioni su un possibile taglio drastico della forza lavoro al New York Times. Rumors che il quotidiano smentisce: senza escludere un possibile ridimensionamento del numero dei dipendenti, il New York Times smentisce si possa trattare di un taglio significativo come quello riportato dal New York Post.