Media

Mentana espelle da Tg7 balle politici su nubifragi. Poi dà spazio a big balle su 11 settembre

Mentana espelle da Tg7 balle politici su nubifragi. Poi dà spazio a big balle su 11 settembre

Mentana espelle da Tg7 balle politici su nubifragi. Poi dà spazio a big balle su 11 settembre (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Mentana espelle da Tg7 balle politici su nubifragi. Lo annuncia e lo spiega due volte in diretta e in diretto colloquio con gli ascoltatori: niente spazio nel suo telegiornale per la grottesca e rituale sceneggiata dei politici che cianciano e concionano sul colore degli allarmi meteo e su chi doveva darlo a chi. Giustamente e seccamente Mentana valuta queste chiacchiere come aria fritta e anche stantia. Quindi “da noi stasera non troverete queste polemiche inutili e rituali”.

Bene, per quel che vale anche la nostra sensazione è che il Tg, qualunque Tg, ci guadagnerebbe in serietà e credibilità risparmiando a se stesso a chi lo ascolta il rosario e la processione dei governanti che reciprocamente si scaricano addosso un barile…vuoto di responsabilità. (Se poi i Tg risparmiassero a se stessi e a chi tramite loro s’informa la suprema ipocrisia della gente che lamenta irosa “ci hanno lasciati soli”, sarebbero notiziari seri e veri, ma non si può volere tutto).

Insomma si tratta di risparmiarsi o almeno di non mettere in vetrina le balle. Quelle dei politici sui nubifragi della serie se mi avvertivano salvavo tutti e (ma questo è un sogno) quelle della gente che fino al giorno prima intimava alla mano pubblica di star lontana dai fatti suoi e privati e di non dar fastidio e il giorno dopo l’arrivo del danno invoca, esige e lamenta “Lo Stato ci ha abbandonati”.

Bene dunque Mentana cacciaballe dal Tg. Però subito dopo, anzi in contemporanea, Mentana annuncia la serata informazione La 7. Clou della serata un confronto “par condicio” tra coloro che negano l’11 settembre sia stato azione e attacco terroristico e il resto del mondo che, semplicemente, ha visto e ha saputo quel che è successo.

Par condicio e confronto tra negazionisti dell’11 settembre (più o meno non è mai successo come lo sbarco sulla Luna), complottisti dell’11 settembre (gli americani se lo sono fatti da soli) e cripto nazisti mascherati o a loro insaputa (l’hanno fatto gli ebrei) e staremmo per dire comuni e semplici storici, testimoni, umani.

Par condicio tra le big balle e la realtà. Par condicio in studio tra quanto di più raffinatamente grottesco il complottismo abbia mai elaborato e la realtà. Par condicio tra la patologia della voglia di sapere e conoscere e l’empirica realtà.

Perché Mentana in una sera de La7, la stessa sera, espelle dal Tg le balle dei politici su nubifragi e alluvioni ed ospita le super balle su 11 settembre? Sarà perché le balle dei politici su nubifragi e alluvioni espellerle non costa un ascoltatore che è uno, anzi…E che invece le super balle su 11 settembre tirano ascolto e quindi ospitarle fa audience? Sarà perché c’è balla che annoia e balla che eccita?

Comunque tranquilli nessuno, nemmeno Mentana, ha in mente di cacciare le balle dalla programmazione informativa. Sarebbe condannarsi all’inedia e all’asfissia. Senza balle di che si nutrirebbero e cosa respirerebbero notiziari, Tg, approfondimenti e speciali?

To Top