Blitz quotidiano
powered by aruba

MMS, attenzione ai costi: fino a 1 euro a messaggio

MILANO – MMS, attenzione alla fregatura: costano un euro, ormai. E c’è chi propone di disattivarli definitivamente, dal momento che per inviare foto o allegati si può utilizzare WhatsApp, che non costa nulla.

Come spiega Roberto Pezzali  su Digital Day, se ormai gli SMS vengono dati in pacchetti nei vari abbonamenti telefonici e il costo delle telefonate si sta abbassando, alcuni gestori hanno addirittura alzato il prezzo degli MMS, che arriva anche a superare l’euro per ogni messaggio inviato.

Eppure, sottolinea Pezzali,

“Nell’era di iMessage, Whatsapp e di altri mille servizi di messaggistica multimediali che permettono di spedire ogni tipo di contenuto a una o più persone in modo efficiente e gratuito, la presenza degli MMS nell’offerta dei vari operatori telefonici appare del tutto fuori dal tempo.

Il Multimedia Message System, noto come MMS, nasceva ancora in epoca pre-smartphone per poter mandare una piccola fotografia o un minuscolo e breve video in allegato a un SMS(…). Ma oggi l’MMS appare del tutto superato”.

Anche per i costi. Ecco quelli delle maggiori compagnie telefoniche italiane:

 

  • Tim: 0,90 €
  • Tre: 1,12 €
  • Vodafone: 0,99 €
  • Wind: 0,30 € verso Wind 0,60 € verso altri gestori

Il problema è soprattutto che, scrive Pezzali,

“la maggior parte degli MMS parte a insaputa dell’utente. O comunque senza che sia cosciente dei costi connessi. Si tratta di un servizio che pochi usano volontariamente, eppure la voce “MMS” continua a pesare sul conto telefonico di migliaia di italiani: con abbonamenti a tariffe mensili omnicomprensive di telefonate, SMS e traffico dati da 10-20 euro, vedere il credito scendere di una cifra paragonabile solo per aver mandato qualche MMS fa trasecolare. Tanto più che in molti utenti ritengono – e non a torto – che il traffico dati generato dall’invio dell’MMS (perché di traffico dati si parla) possa essere integrato delle proprie soglie, spesso generose, e quindi sono convinti in buona fede di non dover sostenere alcun extracosto nel condividere una foto con qualche amico con questa modalità”.

Così l’unica difesa è disattivare la funzione MMS. Come, lo spiega sempre Pezzali:

“Disattivare l’invio degli MMS è piuttosto semplice nel caso di un iPhone: basta andare in “Impostazioni > Messaggi” e togliere il flag da “Messaggeria MMS”.

Più complicato invece con Android: è necessario infatti rimuovere il profilo destinato all’invio e alla ricezione degli MMS nella sezione delle impostazioni destinata al gestore”.

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'