Media

Oliviero Beha è morto: giornalista e scrittore, aveva 68 anni

ROMA – Addio a Oliviero Beha, voce contro corrente del giornalismo italiano. Giornalista, scrittore, saggista, conduttore televisivo e radiofonico Beha si è spento sabato 13 maggio a Roma, all’età di 68 anni. Lascia la moglie Rosalia e i figli Saveria, Germana e Manfredi.

A dare il triste annuncio è stata la figlia Germana, spiegando che il padre era malato da tempo: “E’ stato un male molto veloce. Papà se n’è andato abbracciato da tutta la sua grande famiglia allargata di parenti e amici”.

Oliviero Beha era nato a Firenze il 14 gennaio 1949. Un inizio a Tutto Sport e a Paese Sera per poi approdare, nel 1976, a Repubblica. Editorialista e commentatore anche politico per Il Messaggero e Il Mattino, nel 1987 inizia la sua attività televisiva con Andrea Barbato dando vita a Va’ Pensiero, un contenitore culturale in onda su RaiTre tutte le domeniche.

Alla stampa e alla tv affianca anche la radio e il suo programma Radio Zorro raggiunge un enorme successo tanto che, dopo tre stagioni di programmazione breve, nel 1995 si fonde con lo storico “3131” e diventa il caso radiofonico dell’anno. Autore di testi teatrali rappresentati, in stagione e festival, di numerosi saggi e di raccolte di poesie, che hanno vinto diversi premi.

To Top