Media

Rai, Antonio Campo Dall’Orto si è dimesso. Ecco chi potrebbe prendere il suo posto

Rai, Antonio Campo Dall'Orto si è dimesso

Rai, Antonio Campo Dall’Orto si è dimesso (Foto Ansa)

ROMA – Antonio Campo Dall’Orto si è dimesso. Il direttore generale della Rai era stato convocato dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, primo azionista della televisione pubblica, nel primo pomeriggio di venerdì 26 maggio.

“In un incontro molto cordiale, il ministro Padoan ha preso atto della decisione di Antonio Campo Dall’Orto di rimettere il suo mandato di Direttore generale Rai”: lo comunica Viale Mazzini in una nota.

Ora che la decisione del manager di lasciare sembra definita e l’ipotesi di un azzeramento del Consiglio di amministrazione archiviata (nonostante l’addio di Paolo Messa), non resta che trovare la figura di un traghettatore che assicuri una gestione oculata dell’azienda, garantendo quei risparmi chiesti a più riprese dal Pd nel corso dell’attuale mandato, e dia garanzie sulla tornata elettorale alle porte.

Quattro i dossier urgenti sul tavolo del nuovo direttore generale: la regolamentazione dei compensi degli artisti, il contratto di servizio, i palinsesti d’autunno e il piano informazione.

L’identikit del successore di Dall’Orto è quello di una figura interna, che sia in grado di mettersi al timone il giorno dopo la nomina. In pole sembra esserci Luciano Flussi, ora a Rai Pubblicità, che conosce perfettamente l’azienda ed essendo a fine carriera potrebbe accettare un incarico di solo un anno e mezzo. In lizza anche l’amministratore delegato di Rai Cinema, Paolo Del Brocco, mentre l’ex direttore generale Claudio Cappon, in quanto pensionato, dovrebbe svolgere l’incarico senza remunerazione. Tra gli altri nomi Valerio Fiorespino, Giovanni Minoli, Paolo Ruffini, Nino Rizzo Nervo.

 

To Top