Media

Rai, Paolo Messa si dimette dal Cda dopo lo stop a Campo Dall’Orto

Rai, Paolo Messa si dimette dal Cda dopo la bocciatura del piano di Campo Dall'Orto

Rai, Paolo Messa si dimette dal Cda dopo la bocciatura del piano di Campo Dall’Orto

ROMA – Il consigliere Rai Paolo Messa si dimette. “È con un sentimento di gratitudine sincera che chiedo di poter comunicare nel prossimo Consiglio di amministrazione la scelta di dimettermi dall’incarico che ho cercato di svolgere sempre con la massima dignità e responsabilità”. Con queste parole, contenute in una lunga lettera alla presidente della Rai Monica Maggioni, Messa ha ratificato questa mattina, giovedì 25 maggio, le dimissioni, spiegando che “è una scelta comprensibilmente sofferta, ma che mi auguro possa dare più forza e determinazione alla governance dell’azienda”.

Lo scorso 22 maggio  Messa aveva abbandonato i lavori del Consiglio di amministrazione perché, secondo lui, sarebbero venute meno le condizioni per il rapporto di fiducia con il direttore generale Antonio Campo Dall’Orto. La decisione sarebbe avvenuta dopo aver trattato il caso Anac e in seguito ad una relazione del collegio sindacale su questo tema.

“Non credo giovi alla Rai un conflitto permanente ed una situazione di sostanziale paralisi”, aveva detto in quell’occasione il consigliere Rai, dopo le indiscrezioni sulla sua decisione di abbandonare la riunione del Cda. “In questi mesi ho rappresentato una posizione critica sulla gestione aziendale e in particolare sulle vicende che sono state oggetto di una delibera dell’Anac. Purtroppo le mie critiche e le mie proposte non hanno trovato riscontri. Credo sia un dovere, anche per rispetto dello stesso Campo Dall’Orto, trarne le conseguenze ed ammettere che sono venute a mancare le condizioni a base del rapporto di fiducia con il direttore generale”.

Il 22 maggio il Consiglio di amministrazione della Rai ha bocciato il piano dell’informazione del direttore generale Antonio Campo Dall’Orto, dopo aver in precedenza bocciato anche quello di Carlo Verdelli. Il Cda ha dato parere negativo al progetto per rilanciare il digitale con la guida di Milena Gabanelli. Hanno votato contro la presidente, Monica Maggioni, e i consiglier Franco Siddi, Rita Borioni, Arturo Diaconale, Giancarlo Mazzuca. Solo il consigliere Guelfo Guelfi ha votato a favore, mentre Marco Fortis e Carlo Freccero si sono astenuti. Paolo Messa ha deciso di lasciare la riunione, ritenendo ormai venuta meno la fiducia nei confronti del direttore generale.

 

 

To Top