Blitz quotidiano
powered by aruba

Salvatore Aranzulla cancellato da Wikipedia. Lui: “Rosiconi”

ROMA – Se cercate una soluzione informatica al vostro pc o smartphone morente e chiedete aiuto alla rete, il nome da invocare è uno: Salvatore Aranzulla. Il blogger ha guadagnato una discreta fama con in suoi articoli di assistenza informatica e il suo blog, con tanto di pagina Wikipedia dedicata. Una pagina che però è stata cancellata perché, a quanto pare, il lavoro di Salvatore Aranzulla non è abbastanza. Essere una celebrità della divulgazione di consigli informatici non è bastato ad Aranzulla, che è stato così segnalato e lui su Facebook si è sfogato: “Sono dei rosiconi”.

Tutto inizia lo scorso 29 maggio quando qualcuno segnala la pagina Wikipedia dedicata a Salvatore Aranzulla chiedendone la chiusura e aprendo una polemica. A riportare la discussione dal forum di Wikipedia a Facebook è lo steso blogger, che scrive:

“Amici cari, vi dico solo che concorrenti di bassa lega e rosiconi stanno proponendo l’eliminazione della mia voce dalla piattaforma”.

Per la piattaforma di Wikipedia non conta che il blogger sia una celebrità in internet e abbia all’attivo la pubblicazione di diversi libri di informatica, collaborando ormai da 12 anni anche con importanti editori e diventando ospite in televisione di programmi su reti nazionali come La7 e Rai 2 o in radio. Aranzulla ha rincarato la dose su Facebook, commentando ironico:

“Devo forse andare a Uomini e Donne per potere stare su Wikipedia?”.

Le fonti fornite da Aranzulla però non sono state prese in considerazione da Wikipedia e la pagina è destinata a sparire. Intanto però la situazione su Reddit, Facebook e altre chat e forum è aperta e la lite è aperta tra i programmatori informatici che accusano il blogger di essere un ciarlatano che non ha mai programmato in vita sua e chi invece lo difende e a raccontare quanto accade è lo stesso Aranzulla su Facebook:

“Abbiamo fatto scoppiare una BOMBA: più di 300.000 persone sono venute a conoscenza della cancellazione della mia pagina da Wikipedia. Ho ricevuto migliaia di messaggi di sostegno e centinaia di discussioni sono state avviate e sono in corso in Rete: da Facebook a Twitter, da Reddit a Linkedin. La comunità italiana di Wikipedia è di parte ed il mio non è un caso isolato.

Alcuni lettori mi segnalano che anche Virginia Raggi, candidata (e probabile) sindaco di Roma, ha una pagina Wikipedia cancellata e bloccata: dalla discussione di Wikipedia, si legge che, se e quando diventerà sindaco, allora forse le verrà creata una pagina Wikipedia. Poco importa che sia arrivata prima al ballottaggio…”.


TAG: