Blitz quotidiano
powered by aruba

#SocialCom16 capire e fare comunicazione al tempo dei social

ROMA – Dopo il successo della scorsa edizione di #SOCIALCOM15 “La comunicazione al tempo dei Social”, che diventò Twitter Trend Italia, è arrivato  #SOCIALCOM16,  l’appuntamento dell’anno con il mondo dei social, chi vuol sapere di più su come si sta evolvendo il mondo della comunicazione e dell’informazione non può esimersi dal partecipare al convegno.

Quest’anno il dibattito, seguito e raccontato in diretta da BlitzQuotidiano, sia attraverso Facebook sia attraverso Twitter,  ha coinvolto protagonisti rilevanti della politica, del giornalismo e della corporate communication, che si sono confrontati sulle nuove forme di diffusione delle notizie, sul rapporto tra media tradizionali e social network, sull’attendibilità delle fonti e sulla formazione del consenso.

Ad aprire la discussione è stato Riccardo Capecchi, segretario generale Agcom, sottolineando che “i social hanno profondamente cambiato la comunicazione, creando una narrazione in simbiosi con il pubblico, in cui la credibilità è un elemento essenziale”.

Anche secondo Gennaro Migliore, Sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia, è importante sottolineare il controllo delle fonti, in un mondo in cui i social rappresentano, secondo l’esponente del PD, «una rivoluzione straordinaria che ha il grande vantaggio di dare voce a tutti senza mediazione». Per Antonio Palmieri, responsabile internet e nuove tecnologie di Forza Italia, invece«i social moltiplicano l’informazione, dividono in fazioni, sottraggono tempo e aggiungono opportunità» e ciò equivale a «più libertà e più responsabilità».

L’importanza dei social è stata sottolineata anche da Alessandra Ravetta, che ha portato in primo piano un dato in base al quale il 67% del traffico mobile passa da FB collegandolo alla difficoltà che hanno i giornali online di sopravvivere indipendentemente dalla propria versione cartacea.

A #SOCIALCOM16 si sono confrontati circa 20 esperti e addetti ai lavori che, oltre alla funzione informativa dei social, hanno dibattuto sul ruolo degli “influencer” nella costruzione della reputazione nei canali social, sulla brand awareness e la presenza sempre crescente delle aziende sui social network. Novità legata all’oggetto dell’evento: durante il dibattito il popolo dei social è intervenuto in diretta attraverso l’hashtag #SOCIALCOM16.

 

 

Immagine 1 di 3
  • IMG_3513
Immagine 1 di 3