Blitz quotidiano
powered by aruba

Twitter, addio 140 caratteri: più spazio per i tweet

SAN FRANCISCO – Twitter ha definitivamente detto addio al limite dei 140 caratteri. Nei prossimi mesi i cinguettii diventeranno più lunghi grazie a un escamotage: non verranno più inseriti nel conteggio dei caratteri le foto, i video e il nome utente. E quindi ci sarà più spazio per il testo degli utenti.

“Una delle nostre più grandi priorità è renderlo più semplice e veloce”, spiega Jack Dorsey, amministratore delegato e fondatore della società. Poche ore prima il rivale Facebook ha lanciato lo streaming video non-stop, una nuova opportunità per i media.

Twitter ha compiuto 10 anni a marzo, un compleanno un po’ amaro. La società dei cinguettii ha chiuso il primo trimestre 2016 con un rosso di 80 milioni di dollari (anche se dimezzato rispetto all’anno scorso), i ricavi sono saliti del 36% ma sotto le attese degli analisti. E stentano ad aumentare gli utenti attivi: sono a quota 310 milioni, in leggera crescita rispetto ai 305 milioni dell’ultimo trimestre 2015 ma ben lontani da quelli di Facebook, Instagram e delle chat come WhatsApp, cresciuti esponenzialmente.

Il cambiamento di oggi arriva dopo l’annuncio della nuova timeline, che permette agli utenti di seguire le informazioni non più in ordine cronologico, ma in base ad un algoritmo che tiene conto degli interessi e della rilevanza dei singoli cinguettii.

“Non stiamo rinunciando all’idea che Twitter viva l’istante. La brevità, la velocità e la possibilità di dialogare in tempo reale sono per noi prioritari. Siamo sempre alla ricerca di modalità che possano rendere i tweet ancora più espressivi e permettano alle persone di dire esattamente ciò che vogliono”, sottolinea Jack Dorsey.

A gennaio, si erano sparse voci secondo cui il microblog avrebbe dato più spazio ai singoli cinguettii che sarebbero potuti arrivare addirittura fino a 10mila caratteri, mentre il limite dei 140 caratteri è stato già rimosso da Twitter per i messaggi privati lo scorso agosto.

Lanciati inizialmente come semplice testo, i ‘tweet’ si sono evoluti negli ultimi dieci anni per includere foto, video, gif animate, sondaggi e citazioni, tutte aggiunte che hanno sottratto caratteri al conteggio dei fatidici 140. Ora, quindi, gli allegati non impatteranno più su questo limite e ci sarà più spazio per il testo. Gli utenti, inoltre, potranno retwittare e citare i propri tweet, dando nuova vita ai cinguettii fatti in passato e aggiungendo un nuovo commento. Infine, ogni tweet che inizia con la citazione di un un altro utente sarà d’ora in poi visibile a tutti i ‘follower’ di un account. La novità, spiega la società, sarà disponibile “nei prossimi mesi”.

Nelle ore precedenti l’annuncio il rivale storico di Twitter, in una sorta di gara a distanza, ha abbattuto il limite temporale delle dirette video. Facebook Live, così si chiama la funzione, passa dai 90 minuti a ‘non-stop': consentirà ad utenti e soprattutto a media e broadcaster di trasmettere video in streaming sul social network attraverso smartphone e tablet. Aprendo così nuove strade alla trasmissione di eventi sportivi, giornalistici e di intrattenimento.


TAG: