Blitz quotidiano
powered by aruba

Viacom: è battaglia per impero Redstone, famiglia si spacca

ROMA – La battaglia che sta spaccando l’impero da 40 miliardi di dollari di Sumner Redstone sta dividendo ancora di piu’ la sua famiglia: la nipote del miliardario, Keryn Redstone, si schiera con i membri indipendenti del consiglio di amministrazione di Viacom che, per vie legali, mettono in dubbio le capacita’ del 93enne Sumner Redstone di decidere, a loro avvisa manipolato dalla figlia Shari Redstone.

Keryn Redstone annuncia che si unira’ alla battaglia legale avviata dai manager di Viacom per ”liberare mio nonno dalle grinfie di Shari e per tutelare i beneficiari del fondo e me stessa dalle sue macchinazioni”. Keryn Redstone definisce il nonno in scarsa salute e incapace di assumere decisioni: ”mi e’ stato vietato di vederlo da febbraio, quando sedeva a fianco delle sue infermiere”.

E punta il dito contro la cugina Shari, la figlia di Sumner Redstone, che lo ha ”isolato, gli ha fatto il lavaggio del cervello per approfittarsi di lui e del suo precario stato di salute. Shari e i suoi tre figli sta cercando di mandare all’aria la pianificazione decennale per la successione e vuole il controllo di Viacom e Cbs”.

La battaglia interna alla famiglia Redstone va avanti da anni. Keryn Redstone e’ figlia di Brent Redstone, uno dei figli di Sumner Redstone. Brent Redstone ha avviato un’azione legale contro il padre nel 2006, accusandolo di aver favorito la figlia e di averlo escluso dagli affari di famiglia. Per Keryn Redstone si schiera contro la zia Shari per la seconda volta in un anno. Nei mesi scorsi era scesa in campo con Manuela Herzer, l’ex compagna di Sumner Redstone, che aveva sollevato dubbi sulle capacita’ mentali di Sumner Redstone dopo che era stata esclusa dal testamento. Sumner Redtsone ha di recente annunciato di voler rivedere la composizione del consiglio di amministrazione del trust che si amministrare il suo impero e che e’ chiamato a decidere il futuro una volta che Sumner Redtsone sara’ morto.


TAG: