Media

WhatsApp, con l’app Speechless i messaggi vocali diventano scritti

WhatsApp, con l'app Speechless i messaggi vocali diventano scritti

WhatsApp, con l’app Speechless i messaggi vocali diventano scritti

ROMA – I messaggi vocali ricevuti su WhatsApp diventano scritti con la nuova app SpeechlessWhatsApp. L’app parla italiano ed è disponibile sia per dispositivi Android che iOs in dieci lingue, trasformando in testo gli audio ricevuti. La funzione però è gratuita solo fino a 15 secondi di messaggio audio, se si vuole visualizzare vocali più lunghi sarà necessario pagare un prezzo di 2,29 euro una tantum.

Simone Cosimi sul quotidiano Repubblica scrive che l’app è in grado di trascrivere i messaggi vocali e risolve il problema di coloro che trovano questo tipo di chat moleste e invadenti:

“Speechless supporta già 10 lingue – dall’italiano allo spagnolo al russo passando per il portoghese, il tedesco e ovviamente l’inglese – ed è disponibile per iOS e Android. La funzionalità viene integrata nel menu di condivisione del contenuto: se stai conversando su WhatsApp e selezioni una nota audio – ma non solo su quella chat, in generale all’interno della memoria del telefono sebbene non funzioni con le note di Telegram – fra le opzioni si vedrà anche l’icona dell’app. Cliccandoci quei file verranno caricati nel cloud di Speechless, equipaggiato con un algoritmo di riconoscimento vocale, e trascritti in pochi secondi. Non senza qualche errore e con il limite di dover sempre disporre di una connessione dati.

Un po’ come l’app Textr, solo per Android, l’italiana Speechless risolve insomma il dramma degli audiomessaggi. Occhio però, niente parolacce: nella descrizione dell’app il messaggio è chiaro: “Sono educata, non dire cattive parole: ti censurerò”.

To Top