Blitz quotidiano
powered by aruba

WhatsApp, gratis a vita oppure no? Quella notifica…

Il servizio è diventato gratis a vita come annunciato nei giorni scorsi e come spiega il servizio stesso attraverso un messaggio oppure il pagamento è solamente posticipato come annuncia un altro messaggio pochi istanti dopo?

ROMA – WhatsApp diventa gratuito. La notizia è stata annunciata nei giorni scorsi e ha fatto esultare i milioni di affezionati al servizio di messaggistica istantanea: gli 89 centesimi richiesti fino a ora per poter inviare messaggi gratuitamente ai propri contatti non si dovranno più pagare. ”Servizio WhatsApp prolungato” si legge nella notifica. “La nuova data di scadenza è a vita”.

Pochi minuti dopo, però, alcuni si sono visti recapitare un altro messaggio: “Siamo spiacenti, abbiamo modificato il tuo account. Il servizio scadrà il xx/xx/xxxx”. Una notifica che ha spiazzato e fatto infuriare, gli utenti della famosa app.

Ad esempio dal post sul blog ufficiale di WhatsApp in cui lunedì 18 gennaio è stato approfondita la comunicazione sulla gratuità del servizio c’è un passaggio importante.

“So over the next several weeks, we’ll remove fees from the different versions of our app and WhatsApp will no longer charge you for our service”. Tradotto significa: “Nel corso delle prossime settimane rimuoveremo le tasse dalle diverse versioni della nostra app e non avrete più addebiti per il nostro servizio”.

Questi dubbi sono sorti a tanti clienti che stanno condividendo in questi istanti le comunicazioni del servizio e una risposta precisa, per la verità, al momento non c’è. La causa della rettifica potrebbe essere un semplice problema tecnico. Forse qualcosa è andata storta al momento del primo messaggio, poi rettificato. Per utilizzare l’app in maniera gratuita bisognerà aspettare ancora un po’.

Immagine 1 di 5
  • WhatsApp, gratis a vita oppure no? Quella notifica... 06
Immagine 1 di 5